Tratto dallo speciale:

Reclutare freelance: vantaggi e soluzioni ad hoc

di Redazione PMI.it

scritto il

La piattaforma Made in Italy LinCo Talent facilita l’incontro tra le aziende e i servizi offerti da freelance selezionati.

Trovare candidati con competenze in linea con le esigenze aziendali è sempre più spesso una strada in salita per le imprese e i datori di lavoro, che in misura crescente stanno modificando il loro approccio per reclutare talenti rivolgendosi al mondo dei freelance.

=> Da dipendente a freelance: guida in pillole

Come rivela l’ultimo studio di ManPower sulla carenza di talento (2018 Talent Shortage Survey), il 54% delle aziende stipula contratti a progetto con consulenti e freelance, una percentuale decisamente superiore a quella emersa dallo studio del 2016. Oggi, soprattutto in questo periodo di Smart Working forzato dall’emergenza sanitaria legata al Covid-19, a crescere è anche il numero delle imprese che contano su risorse valide e operative seppure non presenti fisicamente in ufficio.

LinCo Talent – startup innovativa Made in Italy – ha creato la prima piattaforma italiana che si propone di facilitare l’incontro tra domanda e offerta di servizi offerti da freelance selezionati. Il processo di selezione per il matching dei profili si svolge internamente in modo semplice e immediato: l’azienda si registra alla piattaforma, compila il form specificando le competenze richieste e il team di LinCo seleziona i candidati più qualificati da una rosa già filtrata dalla piattaforma.

La community LinCo conta attualmente un numero sempre crescente di freelance e consulenti, con una crescita di oltre il 50% ogni mese. Come sottolinea Davide Lecchi, CEO e founder di LinCo, l’idea della piattaforma è nata dall’osservazione delle tendenze che riguardano il mondo del lavoro e dalla constatazione che molte aziende stanno cercando di organizzarsi con strutture agili e flessibili, anche per cogliere le opportunità offerte dalla digitalizzazione. Un obiettivo che rende necessario rivolgersi a competenze spesso difficili da trovare che siano utilizzabili in maniera flessibile.

Parliamo di persone che sono di fatto dei microimprenditori che basano il proprio successo sulle competenze – prosegue Lecchi -. Per questo motivo sono naturalmente portati a formarsi ed aggiornarsi continuamente, e hanno spesso un’esperienza in più settori. Da qui nasce l’idea di creare una piattaforma che faccia da anello di congiunzione fra l’offerta di profili indipendenti, con profilo tecnico o manageriale, e la domanda da parte di aziende o start up di competenze da inserire in maniera rapida e flessibile. Un approccio che in LinCo definiamo “Just in Talent”.

I Video di PMI

Smart working: la normativa