Anticipo TFS: offerta banche fuori elenco

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Vittorio chiede

La procedura ufficiale per la quantificazione INPS dell’anticipazione sul TFS maturato, mi costringe a selezionare una delle pochissime banche aderenti. Posso invece scegliere di usufruire del TFS anticipato tramite altre banche, che non sono nell’elenco di quelle convenzionate? Per esempio, BNL offre questo servizio con un interesse di poco superiore alle banche in elenco INPS. Posso optare per una diversa banca o sono costretto a scegliere quelle che hanno sottoscritto l’accordo ABI? Posso ottenere comunque la certificazione?

Barbara Weisz risponde

Se lei sceglie di chiedere l’anticipo del TFS/TFR spettante presso banche che non aderiscono all’accordo, di fatto non utilizza la procedura prevista dallo stesso accordo, ma evidentemente seguirà le indicazioni della banca che le concede il prestito.

Mi spiego meglio: la procedura INPS a cui lei fa riferimento, serve per ottenere l’anticipo del trattamento di fine servizio in base alle regole previste dal DPCM 51/2020, che è una regolamento su questa forma di prestito e prevede, fra le altre cose, la garanzia pubblica di uno specifico fondo, associato e un accordo quadro con tassi di interesse applicabili e altri specifici requisiti che deve avere il contratto di finanziamento.

=> Anticipo TFS e TFR: online la piattaforma di domanda

Il caso di una banca diversa che, non aderendo a questo accordo, concede questa tipologia di prestiti, presuppone una procedura differente. Sarà infatti lo stesso istituto di credito a prevedere specifiche modalità sia per la quantificazione dell’importo concedibile e proprie condizioni del finanziamento.

Il simulatore del proprio TFS, disponibile fra i servizi INPS online, le consente di ottenere comunque una prima quantificazione della liquidazione spettante. E in ogni caso, lei può ottenere una certificazione ordinaria che mi sembra l’opzione più indicata nel suo caso.

=> TFS e TFR dipendenti pubblici: prospetti online

Questa procedura non prevede la scelta delle banche aderenti all’accordo sopra indicato, ma le consente di presentare all’istituto di credito un documento che attesta la quantificazione del trattamento di fine servizio o di fine rapporto a cui lei ha diritto.