L’iPad in Italia, ecco prezzi e tariffe

di Barbara Weisz

scritto il

Da oggi si può ordinare il tablet, nei negozi il 28 maggio. Prezzi da 499 a 799 euro. Vodafone e 3 propongono le prime offerte, si attende Tim

Inizia l’avventura italiana dell’iPad. Da oggi è possibile prenotare il tablet di Apple in entrambe le versioni, WiFi e 3G, per poi riceverlo a partire dal 28 maggio, giorno in cui sarà possibile trovarlo nei negozi. I prezzi vanno dai 499 ai 799 euro. Nel frattempo, Vodafone e 3 comunicano i piani tariffari studiati apposta per il 3G, mentre Tim mantiene ancora il silenzio.

L’iPad più “economico”, da 499 euro, è la versione base da 16GB, mentre il più caro, da 799, è il 3G da 64 GB. Fra queste due cifre, tutte le altre versioni: costano 599 euro il WiFi da 32 GB e il 3G da 16 GB, mentre è pari a 699 euro il costo del WiFi 64GB e del 3G 32 GB. Di fatto, i prezzi in euro sono uguali a quelli in dollari con un rapporto 1 a 1, quindi visto il cambio euro-dollaro in Italia, l’iPad è più caro che negli Usa.

Il 28 maggio parte la commercializzazione anche in Australia, Canada, Francia, Germania, Giappone, Spagna, Svizzera e Gran Bretagna. E vediamo quali sono le offerte dei carrier per chi vuole concedersi il lusso del 3G. Per connettersi è necessaria una carta micro SIM e un piano tariffario.

Vodafone propone due soluzioni: 500 MB al giorno a 2 euro, oppure un traffico mensile illimitato a 30 euro. Invece 3 Italia offre un traffico mensile di 3 Gbyte a 5 euro al mese. La sim costa 3 euro e comprende 3 euro di traffico incluso. Entrambi gli operatori non prevedono la sottoscrizione di un contratto, quindi si può procedere alla disattivazione in qualsiasi momento.

Si tratta solo delle prime offerte (fra l’altro, quella di Vodafone è spiegata da Apple, non dall’operatore telefonico, che con ogni probabilità nelle prossime ore e nei prossimi giorni fornirà ulteriori dettagli). Così come si attendono novità da parte di Tim.

E ora si vedrà se la tavoletta magica di Steve Jobs otterrà anche al di qua dell’oceano il successo registrato negli States, dove è già stata raggiunta la soglia di un milione di pezzi venduti. Dopo questo lancio di maggio in nove paesi, è previsto in luglio il via alla vendita in Austria, Belgio, Hong Kong, Irlanda, Lussemburgo, Messico, Olanda, Nuova Zelanda e Singapore.

Nel frattempo, in America continua la battaglia legale fra l’azienda di Jobs e Nokia, che ha promosso una causa nel Wisconsin accusando Apple di aver violato cinque suoi importanti brevetti sia con l’iPad 3G che con l’iPhone. Si tratta di tecnologie che riguardano, fra l’altro, la trasmissione di voce e dati e le innovazioni nella configurazione dell’antenna, che migliorano le performance e consentono di risparmiare spazio, permettendo di realizzare apparecchi piu’ piccoli e compatti.

È un nuovo capitolo di uno scontro fra i due colossi che prosegue da mesi: ha iniziato Nokia, nell’autunno scorso, contestando a Cupertino 10 brevetti sull’iPhone, ha risposto Apple, in dicembre, alzando la posta con 13 contestazioni al rivale. Quindi ancora Nokia, che ha sollevato obiezioni su altri sette brevetti, poi la risposta di Apple, che ha chiesto all’International Trade Commissini statunitense di bloccare la commercializzazione negli Usa dei telefonini finlandesi.