Google apre a Londra il suo primo negozio

di Barbara Weisz

scritto il

E' una Chrome Zone all'interno di un grande magazzino hi-tech della capitale britannica: in vendita il Chromebook di Google. In vista, altre aperture.

Google non è più solo su internet. L’azienda di Mountain View ha aperto il suo primo punto vendita sulla strada, e lo ha fatto a Londra. Si tratta di un’area all’interno di un superstore, il «Currys and Pc World” di Tottenham Court Road. In vendita, il Chromebook, ovvero il computer portatile ottimizzato per la navigazione web.

Lo spazio si chiama “Chrome zone“, 26 metri quadri molto colorati, con il logo del Chrome, e uno staff di esperti a disposizione per offrire assistenza e consigliare i potenziali clienti.

E’ la prima volta nella sua storia che Google apre un punto vendita non virtuale. E si potrebbe dire che lo ha fatto un po’ in sordina, senza una campagna di pre-lancio sullo stile, per intenderci, di quelle di Apple. Ma l’impressione è che proprio Apple, con i suoi store, possa essere l’avversario di Google in questa nuova strategia, forse ancora in fase sperimentale.

Un’altra considerazione da fare riguarda la scelta della capitale inglese: per il suo primo store fisico, Mountain View non ha scelto la California, sede del quartier generale, ma una città europea, considerandola forse più adatta al lancio di un’attività retail.

Del resto, il lancio di un prodotto come il Chromebook, che si propone di farsi largo nel difficile segmento dei notebook, imponeva probabilmente anche nuove strategie di vendita.

In vista, ci sarebbero altre aperture nelle prossime settimane e nei prossimi mesi, in Gran Bretagna e in altri Paesi del mondo.

I Video di PMI