E-commerce: eBay acquista la piattaforma Hunch

di Serena Frattini

scritto il

Grazie all'acquisizione di Hunch, una piattaforma tecnologica che suggerisce prodotti mirati ai consumatori, eBay punta a incrementare le vendite.

L’investimento, che si aggirerebbe intorno a 80 milioni di dollari, intende migliorare le vendite e la soddisfazione per chi utilizza eBay. Quest’ultima, infatti, ha acquistato Hunch, la startup con sede a New York le cui tecnologie potrebbero rinnovare il sistema di suggerimenti per gli acquisti della società.

Lanciato nel 2009, si occupa di consigliare i consumatori in base ai loro stessi gusti e bisogni. La tecnologia di Hunch, meglio nota come “taste graph“, intuisce i gusti del potenziale cliente attraverso la sua attività sul web, le interazioni, gli amici, i social network, costruendo il profilo del consumatore al fine di offrire consigli ad hoc riguardo prodotti e servizi che gli potrebbero interessare.

Il responsabile Mark Carges afferma: “Con Hunch, stiamo aggiungendo nuove capacità al modo di personalizzare l’esperienza dello shopping su eBay. Ci aspettiamo che le tecnologie dell’azienda che abbiamo acquisito porteranno beneficio ai consumatori che navigano e comprano su eBay, che porteranno nuovi venditori  e nuovi modi di connettere i giusti prodotti ai giusti consumatori. Certo, altri siti di vendita al dettaglio, come Amazon, forniscono raccomandazioni,  ma quei metodi si basano su cataloghi già esistenti.”

Hunch continuerà ad avere base a New York, i suoi 50 impiegati rimarranno nell’azienda così come i co-fondatori Chris Dixon, Tom Pinckney e Matt Gattis e il sito Hunch.com rimarrà inalterato.

Intanto eBay sta sviluppando un software inizialmente utilizzabile per iPad – e, in futuro, per altri tablet e smartphone – per supportare gli utenti che vogliono comprare in rete ciò che vedono in televisione, con particolare riferimento agli abiti che indossano gli attori in occasione di una specifica serie tv. La collaborazione tra piccolo schermo e eBay potrebbe diventare sempre più stretta, visto che un’analisi effettuata da Yahoo e da Nielsen, circa uno telespettatore su 4 cerca su internet quello che vede tramite pubblicità, film o trasmissioni in generale.

L’obiettivo dell’azienda nata nella Silicon Valley nel 1995 è di incrementare utili e fatturato, visto che il terzo trimestre del 2011 ha dato risultati che sì erano secondo le aspettative, ma che comunque non erano esaltanti .

Una ricerca di Tns International prevede chequest’anno 7 milioni di italiani compreranno regali online, il 10% dei quali lo farà attraverso apparecchi mobili. Una curiosità: le previsioni indicano che il picco di acquisti online via iPhone sarà il 12 dicembre, mentre via pc sarà il giorno 19.