Toshiba Portégé Z10T-A, ibrido per i professionisti

di Marco Mattioli

scritto il

Toshiba Portégé Z10T-A è un sistema ibrido basato su Windows 8.1 Pro caratterizzato da specifiche in grado di farlo annoverare tra tablet e ultrabook, rendendolo appetibile ad un ampio insieme di utenti professionisti.

Gli aspetti di maggiore rilievo concernono la nitidezza del display, le prestazioni elevate e la buona espandibilità , mentre tra i suoi nei vi sono la limitata inclinazione dello schermo e la scarsa autonomia della batteria.

Toshiba Portégé Z10T-A è dotato di una tastiera rimovibile, la quale funge anche da cover quando viene richiusa sulla parte tablet.

Cuore del device è il processore Intel Core i5 di terza generazione, al quale si aggiungono 4 GB di memoria RAM DDR3, 128 GB di storage SSD (espandibile con slot SD) ed una scheda video Intel HD Graphics 4000.

In tema di portabilità , la base con tastiera risulta piuttosto sottile, mentre il tablet ha uno spessore superiore alla media di device analoghi. Nel complesso il peso di 1,45 chilogrammi rende l’apparecchio ben trasportabile, tenuto conto dell’ampiezza dello schermo pari a 11,6 pollici. Questo monta un pannello di tipo IPS che supporta la risoluzione Full HD (1080p) per fruire al meglio di testi e contenuti multimediali.

La connettività  distribuita fra tablet e blocco tastiera si estrinseca complessivamente con due porte USB (una 2.0 e una 3.0), due prese HDMI (una mini e una full), un attacco VGA, una presa Ethernet Gigabit e le interfacce Wi-Fi (classe n) e Bluetooth 4.0. Opzionalmente è previsto anche un modulo LTE/4G.

L’indisponibilità  di una seconda batteria riduce il consumo ad un massimo di 5 ore con un uso medio ed il Wi-Fi attivo. Toshiba Portégé Z10T-A è reperibile a circa 1.250 euro, indirizzandosi prevalentemente al settore aziendale o in ambienti dove sia comunque richiesto un ibrido sicuro, affidabile e robusto.