APE Social e periodo di prova

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Claudio chiede

Mi sono visto rigettare la domanda per l’APE social perché nell’ultimo lavoro – dieci anni fa – sono stato licenziato per mancato superamento del periodo di prova, dopo il quale ho ricevuto l’indennità di disoccupazione. Non dovrebbe spettarmi l’APE come disoccupato da lungo termine?

Barbara Weisz risponde

Premesso che non c’è specifico diritto all’APE Social per disoccupati di lunga durata, il suo caso è molto particolare: in teoria, il licenziamento durante il periodo di prova dovrebbe essere assimilato alle altre modalità di licenziamento, di conseguenza prevedendo il diritto all’APE social.

E però possibile che l’INPS abbia rigettato la domanda per motivi che riguardano il contratto che le era applicato: se, per esempio, si tratta di un contratto a termine, la norma prevede che ci vogliano almeno 18 mesi di lavoro dipendente nei 36 mesi precedenti alla cessazione del rapporto.

Un altro elemento importante da considerare (sempre nel caso di un contratto a termine) potrebbe essere il momento in cui lei ha presentato la domanda. Immagino sia recente, ma se invece lei avesse fatto richiesta nel 2017, il problema potrebbe essere che non era ancora previsto l’APE social per questa tipologia di contratti.

Infine, non è da escludersi che l’INPS non consideri il mancato superamento del periodo di prova come un licenziamento vero e proprio.

Per capire se ci sono i presupposti per cercare una soluzione deve quindi verificare le motivazioni nella notifica di rigetto ricevuta o interpellare il Contact Center per chiarimenti.

Tenga presente che i termini standard per le domande 2019 sono scaduti: si può comunque avanzare richiesta fino al 30 novembre, ma questa sarà considerata solo nel caso in cui le istanze presentate per tempo non abbiamo esaurito le risorse.