Trend Micro, sicurezza a ‘servizio’ delle aziende

di Marianna Di Iorio

scritto il

L'utilizzo dei SaaS sta dilagando nelle aziende. Per questo Trend Micro ha deciso di lanciare una piattaforma SaaS per la sicurezza, dedicata alle aziende di tutte le dimensioni

Secondo le conclusioni di una ricerca del Social Issues Research Centre, pubblicate qualche mese fa, nel 2020 i Software as a Service (SaaS) saranno la norma, trasferendo sul web tutti i programmi.

Anche le PMI stanno manifestando un interesse nei confronti di queste nuove soluzioni. Infatti, come dimostra uno studio di IDC (The adoption of Software as a Service in Small and Medium-Sized Businesses), reso noto nel mese di marzo, per quanto riguarda i Software as a Service il potenziale di crescita è nell’ordine del 5,1% nelle piccole imprese e del 15,2% in quelle di medie dimensioni.

Così come Microsoft e altre aziende, ora anche Trend Micro ha deciso di annunciare una soluzione SaaS.

SecureCloud, questo il nome del nuovo prodotto, è una piattaforma di sicurezza che mette a disposizione degli utenti le soluzioni di sicurezza di Trend Micro dedicate alle imprese di tutte le dimensioni.

In particolare, seconto quanto si legge nel comunicato stampa diffuso dall’azienda, SecureCloud consente agli amministratori di prendere decisioni in merito a quanto essere aggressivi nei confronti degli spammer, attraverso l’applicazione di una policy ad uno specifico ISP. Inoltre, fornisce una protezione contro virus, spam, malware e phishing.

Secondo quanto afferma John Maddison, general manager Trend Micro Network Services, «Trend Micro sta aiutando i propri partner perchè possano fornire una gamma completa di applicazioni di sicurezza Software as a Service, sia come soluzioni per i singoli punti, sia come combinazione di servizi gestiti attraverso una singola console Web».

A livello globale il prodotto è disponibile nella versione Email Reputation Services Advanced e Botnet Identification Service. La soluzione completa è, invece, al momento disponibile nel Nord America e America Latina, mentre dovrebbe arrivare nel nostro Paese nel quarto trimestre dell’anno.