MSN Messenger diventa pericoloso se non usato con la giusta consapevolezza

di Stefano Besana

scritto il

Ho notato di recente che molti contatti (sarà sfortuna personale o un caso diffuso) hanno problemi con il più diffuso programma di messaggistica istantanea: MSN Messenger di Microsft.

I problemi vanno dal “furto di account” a virus che si inviano automaticamente a tanti altri piccoli problemi fastidiosi che con un minimo di accortezza possono essere evitati tranquillamente.

Prevenire il furto di un account
È possibile che si cada vittima di qualche buontempone (o malintenzionato) che riesca a rubare il nostro account e a connettersi a nostro nome, se il malintenzionato in questione è sufficientemente abile sarà anche abbastanza difficile accorgersi di quanto accaduto a meno che non cambi la nostra password.
Sì perché è proprio intorno alla password (e alla relativa domanda segreta) che ruota il furto di account. Come fare dunque? Prevenire: come primissima cosa sostituite la vostra password con una alfanumerica contenente anche caratteri speciali e possibilmente sfruttando la tecnologia case sensitive, ovvero usando sia maiuscole che minuscole (PiNCOpalLIno12*/), se non la ricordate usate password che hanno un significato (Ush7ggdc5/6l! – Una settimana ha 7 giorni di cui 5/6 lavorativi!).

Anche la domanda segreta non deve essere qualcosa di banale come “il mio secondo nome” o cose simili.
Un minimo di accortezza non guasta mai.

Inoltre è preferibile usare delle variabili nelle password in modo da differenziare la password in base a fattori che ricordate (Ush7ggdc5/6l!MSN – HotMail-Ush7ggdc5/6l!).

Disabilitare lo scambio automatico dei file
È possibile disabilitare la ricezione automatica dei file dal menù di Messenger per coloro che possiedono la versione PLUS!
Preferenze > Conversazioni > Principale > Auto-accetta le richieste: assicurarsi che non ci sia la possibilità che i file vengano accettati automaticamente.

Non accettare file sospetti
Anche se avete disabilitato la possibilità di accettare in maniera automatica i file ciò non significa che questi non vi verranno inviati, sarà necessario dunque, sia per voi che per coloro che condividono (eventualmente) il PC con voi, non eccetera questi file.

L’ultimo nato proponeva “Foto calde” in formato *.zip, le varianti sono però molte, tutte inviate ad insaputa del mittente.

Rimediare ad un furto di un account
Nel caso siate già stati vittima di un furto di un account e di password via MSN Messenger non ci sono grossi problemi: è sufficiente inviare una richiesta tramite l’apposita pagina del supporto Live di Microsoft:

Buongiorno,
Sono [Nome Cognome] e sono l’intestatario dell’account[indirizzo@hotmail.it]. Volevo segnalare che qualcuno ha scoperto la mia password cambiandola, assieme alla domanda segreta, e rendendomi impossibile l’accesso sia alla mia casella di posta personale sia a MSN Messenger.
Nell’attesa che l’account venga recuperato, vi invio ulteriori dati nella speranza che possiate aiutarmi

Cognome:
Nome:
Indirizzo e-mail rubato:
Data di nascita:
Paese: Italia
Precedenti password:

Attendo una Vostra risposta.
Cordiali Saluti.
[Nome Cognome]

Problemi come quelli sopraindicati sono parecchio diffusi specie tra coloro che non prestano particolare attenzione alla sicurezza del proprio PC, dovendosi poi vedersi costretti a rimediare in extremis a quanto accaduto.

Molti potrebbero suggerire che MSN non sia un ottimo prodotto di messaggistica e sostituirlo potrebbe rappresentare la corretta soluzione, il punto è che non esistono software “buoni o cattivi” a mio parere, ma solo software. È possibile incontrare maggiori problemi con l’uno o con l’altro, ma in ogni caso qualunque (forse è meglio dire la maggior parte) software usato con la corretta consapevolezza e con la corretta competenza si rivela uno strumento utile.