TFS e TFR dipendenti pubblici: prospetti online

di Redazione PMI.it

scritto il

Da aprile i prospetti di liquidazione TFS e TFR dei dipendenti pubblici viaggiano online, anticipo trattamenti per le pensioni anticipate verso i 45mila euro.

L’INPS comunica che sarà disponibile online dal 1 aprile 2019 il prospetto di liquidazione del trattamento di fine rapporto (TFR) e del trattamento di fine servizio (TFS) dei dipendenti pubblici.

I prospetti di liquidazione sono già disponibili nel “Fascicolo previdenziale del cittadino”, ma saranno accessibili online solo a decorrere dal mese di aprile.

Gli iscritti alla Gestione pubblica ai quali è stato erogato il trattamento di fine servizio o a cui sarà erogato il trattamento di fine rapporto, potranno quindi accedere direttamente ai documenti digitali attraverso il portale INPS, utilizzando le proprie credenziali (PIN INPS, SPID – Sistema Pubblico di Identità Digitale, CNS – Carta Nazionale dei Servizi).

L’INPS, pertanto, non provvederà più alla spedizione dei prospetti di liquidazione in formato cartaceo.

Per quanto concerne d’accredito della liquidazione, di norma il TFS viene accreditato a rate: se di importo tra 50mila e 100mila euro in due rate distanti 12 mesi l’una dall’altra; se di importo superiore a 100mila euro, in tre rate annuali (prime due di 50mila euro, terza con importo residuo).

Per la pensione anticipata (Quota 100 ma non solo), il Governo ha deciso di concedere un congruo anticipo sul TFS al momento dell’uscita dal mondo del lavoro, visto che poi la restante parte è prevista solo per il momento in cui si maturerebbe la pensione di vecchiaia. In base agli ultimi emendamenti alla legge di conversione del decreto di riforma pensioni 2019, tale anticipo dovrebbe salire a 45mila euro.

Ricordiamo che da tra i servizi INPS online a disposizione dei dipendenti pubblici ci sono anche quello di Simulazione e quello di Quantificazione del Trattamento di Fine Servizio (“TFS – Quantificazione e Simulazione”)