Tratto dallo speciale:

Rimborso Canone Rai: allerta false email

di Teresa Barone

scritto il

Ancora un tentativo di phishing ai danni degli utenti a nome dell’Agenzia delle Entrate: false email che annunciano rimborsi sul Canone Rai.

L’Agenzia delle Entrate mette in guardia gli utenti informandoli sull’esistenza di false email che comunicano rimborsi del Canone Rai non veritieri, comunicazioni inviate a nome delle Entrate stesse. Come sottolinea l’Agenzia delle Entrate, si tratta di meri tentativi di phishing inviati da indirizzi email che non sono collegati al Fisco e che devono essere ignorati e cestinati, evitando di cliccare sui collegamenti presenti che conducono a una richiesta di dati personali e di informazioni relativi alla carta di credito.

Nel testo del messaggio si comunica il riconoscimento di un rimborso relativo al versamento del Canone per il possesso dell’apparecchio idoneo alla ricezione di segnale televisivo, invitando a fornire dati specifici per ottenere il denaro speso attraverso la compilazione di un modulo ospitato da un sito dal nome fraudolento.

Per ottenere il rimborso del Canone TV, inoltre, devono sussistere alcune condizioni specifiche come un pagamento effettuato due volte, l’addebito in bolletta anche in presenza di una dichiarazione di non possesso dell’apparecchio televisivo che non è stata presa in considerazione e alcuni requisiti anagrafici relativi agli over settantacinquenni con reddito inferiore a una determinata soglia.