Tratto dallo speciale:

Canone RAI: esenzione over 75 anni

di Barbara Weisz

scritto il

Entro il 30 aprile i contribuenti con almeno 75 anni e reddito inferiore a 8mila euro possono chiedere l'esenzione dal Canone RAI: requisiti, modulistica, invio. Attenzione alle false mail delle Entrate.

Ultimi giorni per gli ultra75enni che hanno i requisiti per chiedere l’esenzione del canone RAI: la domanda va presentata entro il 30 aprile, utilizzando gli appositi modelli predisposti dall’Agenzia delle Entrate. L’agevolazione è ampliata rispetto agli anni scorsi grazie all’innalzamento della soglia di reddito a 8mila euro, che allarga la platea degli aventi diritto.

=> Scarica il modulo di esenzione e rimborso del canone RAI

Per avere diritto all’esenzione Canone RAI over 75 bisogna possedere i seguenti requisiti: è necessario avere compiuto i 75 anni entro il termine per il pagamento dell’abbonamento tv. Quindi, per l’esenzione annuale, il compleanno deve essere avvenuto entro il 31 gennaio 2018, per quella semestrale entro il prossimo 31 luglio 2018. Il reddito massimo è pari a 8mila euro: se c’è un coniuge o un partner in unione civile, la somma dei due redditi non può superare gli 8mila euro. Non si calcolano i redditi esenti da IRPEF, il TFR e le eventuali anticipazioni, il reddito della prima casa e delle pertinenze, i redditi soggetti a tassazione separata. Non ci possono essere altri conviventi titolari di un reddito proprio, diversi dal coniuge o dal partner in unione civile. Se quindi, per esempio, il 75enne convive con un figlio che ha un reddito, non può chiedere l’esenzione. Infine, la televisione deve trovarsi nell’abitazione di residenza (nella quale possono esserci anche più televisori).

La domanda si presenta utilizzando i moduli pubblicati sul sito dell’Agenzia delle Entrate o sul quello della RAI dedicato al canone, approvati con provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 4 aprile 2018. La domanda si può presentare recandosi negli uffici dell’Agenzia delle Entrate, oppure inviando il modulo per posta raccomandata, senza busta, allegando copia di un documento valido di riconoscimento, all’indirizzo: Agenzia delle entrate, Direzione provinciale 1 di Torino, Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti TV – Casella Postale 22 – 10121 Torino. Oppure via PEC, posta elettronica certificata, all’indirizzo cp22.sat@postacertificata.rai.it. Per coloro che stanno pagando il canone con la bolletta elettrica, gli addebiti cessano dal mese successivo a quella della domanda di esenzione se questa è inviata entro il 15 mese, mentre se l’invio avviene nella seocnda metà gli addebiti vengono interrotti nel secondo mese successivo.

E’ disponibile anche il form che bisogna compilare per chiedere l’eventuale rimborso di un canone già versato. Attenzione: l’Agenzia delle Entrate avverte che in questi giorni stanno arrivando false mail (phishing) che annunciano un rimborso Canone RAI (non necessariamente agli ultra75enni, ma a tutti i contribuenti). Si tratta di messaggi che chiedono al compilazione di un modulo.

Il Fisco avverte che si tratta di una truffa e raccomanda di cestinare immediatamente questi messaggi, senza cliccare sui link che contengono, e senza fornire altri dati.