IRPEF: addizionali comunali più care

di Redazione PMI.it

scritto il

La mappa delle addizionali IRPEF fissate dai Comuni italiani e destinate ad aumentare in molte zone della Penisola.

La pressione fiscale locale è destinata a subire un sensibile incremento, dovuto alla reintroduzione della facoltà di aumentare le tasse locali da parte delle amministrazioni comunali. Sono già 469, infatti, i Comuni che hanno variato le addizionali IRPEF imponendo aumenti nel corso del 2019, mentre sono 3173 i Sindaci che avevano già raggiunto l’aliquota massima.

=> Addizionali IRPEF, i codici Comune 2019

Secondo il Rapporto 2019 sul coordinamento della finanza pubblica stilato dalla Corte dei Conti, quasi un Comune su due incassa importi pari allo 0,8% dei redditi dei cittadini, percentuale che corrisponde alla soglia massima consentita dalla legge.

Ad aumentare è anche la quota degli Enti locali che passeranno dalle aliquote differenziate alla monoaliquota.

Gli aumenti potrebbero riguardare prevalentemente i Comuni del Centro e del Nord della Penisola, mentre nelle Regioni del Sud e in molti grandi centri urbani, le amministrazioni locali avevano già raggiunto il tetto massimo per le aliquote.

I Video di PMI

Guida alla lettura della busta paga