Canone RAI: esenzioni, scadenze e sanzioni

di Teresa Barone

scritto il

Breve guida al nuovo Canone RAI in vigore dal 2016: requisiti per l?esenzione, sanzioni per evasione e modalità di pagamento.

Con il 2016 ormai alle porte arriveranno numerose novità in tema di Canone Rai, grazie alla riforma entrata in vigore con la Legge di Stabilità: nuovo importo, nuove modalità di pagamento e regole per ottenere l’esenzione dal pagamento della tassa.

=> Canone RAI 2016: novità sulla rateizzazione

Il Canone RAI 2016 sarà versato insieme alla bolletta dell’energia elettrica e il suo importo passerà dagli oltre 100 euro del 2015 a 10 rate mensili pari a 10 euro ciascuna: il primo addebito in bolletta, per il 2016, sarà inserito a partire da luglio, mentre dal 2017 il versamento sarà calcolato da gennaio a ottobre.

Esenzioni

Si è tenuti a sottoscrivere l’abbonamento in caso di possesso di un apparecchio che consenta la visione di contenuti televisivi, anche se non viene effettivamente usato: pertanto, dal 2016 non sarà ammessa la richiesta di esenzione per suggellamento dell’apparecchio stesso. Sarà tuttavia ancora possibile inviare il modulo di autocertificazione se si è in possesso di alcuni requisiti specifici:

– soggetti con età uguale o superiore a 75 anni e reddito (complessivo con il coniuge) non superiore a 6.713,98 euro l’anno;

– soggetti coniugati o conviventi con una persona che ha già versato il Canone;

– abitazioni in locazione se l’utenza dell’energia elettrica è intestata al proprietario e la disponibilità degli apparecchi televisivi è solo degli inquilini;

– immobili privi di televisore;

– seconda casa (il Canone viene addebitato solo sulle bollette dell’abitazione principale e, inoltre, il tributo è dovuto una sola volta indipendentemente dal numero di immobili che si possiedono).

Sanzioni

Chi non versa il Canone Rai e non ha diritto ad alcuna esenzione, viene considerato evasore fiscale e può subire sanzioni: non è prevista l’interruzione della fornitura dell’energia elettrica, tuttavia nel caso in cui un utente sottragga dal pagamento della bolletta l’importo dovuto per la tassa sul possesso di apparecchi radiotelevisivi potrà incorrere in accertamenti da parte del Fisco (sono previste multe pari a cinque volte il Canone stesso e, successivamente, l’iscrizione a ruolo e l’affidamento della riscossione a Equitalia).

=> Canone Rai ridotto a 100 euro

 

I Video di PMI

Aliquote IRPEF e scaglioni di reddito