Nessun prelievo in busta paga per gli insegnanti

di Teresa Barone

scritto il

Salvi gli stipendi degli insegnanti: nessun prelievo di 150 euro per restituire gli scatti di anzianità concessi nel 2013.

Nessun prelievo di 150 euro dallo stipendio degli insegnanti: il Premier Enrico Letta ribadisce che le buste paga dei docenti non verranno toccate al fine di restituire gli importi percepiti nel corso del 2013 relativi agli scatti di anzianità.

=> Scopri le novità del Decreto Istruzione

La conferma di Palazzo Chigi pone fine all?aspra polemica che ha avuto come protagonisti il Ministro dell’Economia Fabrizio Saccomanni e il Ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza. Queste le parole del Presidente del Consiglio:

«Gli insegnanti non dovranno restituire i 150 euro percepiti nel 2013 derivanti dalla questione del blocco degli scatti».

Le retribuzioni degli insegnanti sembrano quindi salve, tuttavia permane un certo scetticismo da parte dei sindacati, i primi ad andare contro l?ipotesi dei tagli minacciando lo sciopero generale. Secondo il leader di Uil scuola Massimo Di Menna, infatti, è necessario attendere gli stipendi di gennaio per verificare la veridicità di quanto affermato dal Governo.

=> Leggi perché l?Ocse ha bocciato il programma italiano per la scuola digitale

«Verificheremo che la gestione amministrativa sia veloce e che negli stipendi di gennaio non ci siano sorprese dovute a cattiva burocrazia».