Legge di Stabilità: stretta sui permessi dei dipendenti pubblici

di Teresa Barone

scritto il

La Legge di Stabilità 2013 taglia le retribuzioni degli statali nei giorni di permesso richiesti per l?assistenza dei familiari, modificando la Legge 104.

La Legge di Stabilità 2013 modificherà la normativa inerente i permessi di lavoro retribuiti per i dipendenti pubblici: a subire cambiamenti e tagli sarà la disciplina prevista dalla Legge 104/1992 che regola le assenze dal posto di lavoro dei dipendenti che devono occuparsi di un familiare disabile o bisognoso di cure.

Con la Legge di Stabilità 2013 i permessi di lavoro per l?assistenza di familiari non saranno più retribuiti al 100% ma subiranno una riduzione pari al 50%: si parla dei tre permessi al mese con retribuzione piena concessi ai lavoratori dalla Legge 104, ma solo nel caso in cui l?assenza dal lavoro sia richiesta per necessità che riguardano parenti e familiari che non siano coniugi o figli (ad esempio i genitori del lavoratore).

Solo in tal caso, infatti, il dipendente potrà ancora beneficiare della retribuzione intera, così come nel caso in cui dovesse richiedere di assentarsi dal lavoro per patologie che lo riguardano direttamente.

La nuova normativa dovrebbe riguardare solo la PA e non il settore privato ma al momento non si hanno notizie certe, mentre non mancano le proteste da parte di sindacati che giudicano questa manovra come fortemente discriminatoria.