Università: niente tasse per gli studenti colpiti dal sisma

di Teresa Barone

scritto il

L?ateneo parmense ha deciso di esonerare gli studenti residenti nei Comuni colpiti dal sisma dal pagamento delle tasse universitarie: ecco tutti i requisiti.

L?Università di Parma ha deliberato l?esenzione dal versamento delle tasse universitarie a favore degli studenti residenti nei Comuni emiliani gravemente colpiti dal sisma dello scorso maggio: esonero totale dal versamento degli importi per l?anno accademico 2012-2013, valido anche per gli iscritti che devono pagare la seconda rata, la cui scadenza è prevista per il 15 dicembre 2012.

Una decisione che arriva dall?ateneo parmense a beneficio degli studenti in possesso di alcuni requisiti sine qua non: l?esonero dal versamento delle tasse universitarie è infatti previsto per coloro che possono dimostrare l?inagibilità dell?abitazione di residenza, causata dal terremoto, che siano a carico dei genitori in cassa integrazione o che al momento percepiscono contributi di integrazione salariale, o che si trovino in condizione di mobilità o in altre condizioni legate alla sospensione temporanea del lavoro, o disoccupazione, causata dagli eventi sismici.

Riepilogando, l?esenzione è prevista solo per:

– gli studenti che hanno l?inagibilità dell?abitazione di residenza, a seguito degli eventi sismici;

– gli studenti fiscalmente a carico di famigliari forzatamente in cassa integrazione o destinatari di erogazioni di integrazione salariale, indennità di mobilità o altre indennità legate a sospensione del lavoro o disoccupazione a seguito degli eventi sismici.

Gli studenti che vogliono richiedere i benefici devono presentare un?autocertificazione nella quale sia messa in evidenza l?esistenza di una di queste due condizioni. In ogni caso, non è prevista la riduzione o la cancellazione del tributo regionale e dell?imposta di bollo virtuale.

I Video di PMI

SPID: Guida al rilascio dell’identità digitale