Quarto Conto Energia: Italia in linea con l’Europa ma…

di Barbara Weisz

scritto il

Nel decennio dal '99 al 2009 la quota di energia rinnovabili è salita dal 5,7% al 9,5%, dati vicini alla media europea, ma i paesi più virtuosi sono sopra il 30%. Attesa per il Quarto conto energia.

Quanto alle altre fonti, in Europa il nucleare è relativamente stabile, intorno al 14%, i combustibili solidi presentano un trend discendente, al 16% dal precedente 18%.

Intanto in Italia il settore delle energie rinnovabili è in attesa del testo definitivo del decreto sul Quarto Conto Energia, ma la Conferenza Stato Regioni – che era prevista per domani 14 aprile – è slittata di una settimana al 20 aprile. Un ritardo che non manca di sollevare polemiche e dubbi relativi al delicato capitolo degli incentivi.

Secondo le indiscrezioni che circolano in questi giorni, al ministero si sta ragionando di una cifra che va dai 5 ai 7 miliardi. Quel che è certo, comunque, è che i tempi sono strettissimi: il decreto rinnovabili del 3 marzo scorso anticipa a fine maggio la fine degli incentivi previsti dal terzo conto energia (rispetto alla precedente scadenza del 2013) e dunque il decreto attuativo sul rinnovo dovrà esser approvato in tempo per entrare in vigore entro il primo giugno.