Udine: studenti universitari su Rai Isoradio con TVB

di Marina Mancini

scritto il

Dal 6 ottobre parte la nuova rubrica "TVB", una collaborazione tra la web radio universitaria dell'Ateneo di Udine e Isoradio

Si chiamerà “TVB…i giovani, il loro linguaggio nell’era della globalizzazione” è una nuova rubrica di 3 minuti prodotta dalla RAI e realizzata in collaborazione con la giovanissima redazione dell’Università di
Udine di WRU la web radio dell’Ateneo che ha sede a Gorizia,  ed

Isoradio
, il canale radiofonico di pubblica utilità della Rai che fornisce
informazioni agli automobilisti.

A partire dal 6 ottobre, dal lunedì a giovedì alle 17.45, tre minuti di
informazione con i giovani sulle

frequenze di Isoradio
,

A condurre dagli studi Rai di Saxa Rubra di Roma sarà Angelo Torchetti,
voce storica di Isoradio, che discuterà tutti i giorni con i giovani
“redattori” di
WRU
, l’emittente radiofonica dell’Ateneo friulano, sui temi più cari ai
giovani non solo stili di vita ma anche attenzione al loro linguaggio.

Il progetto radiofonico, promosso dal direttore della Wru, Francesco Pira,
e dal direttore di Isoradio, Riccardo Berti, partirà in fase sperimentale
e si svolgerà da ottobre a dicembre. Se tutto andrà bene non è escluso che la
collaborazione proseguirà anche nei mesi successivi.

L’ateneo di Udine non è nuovo a questo genere di collaborazioni. Nel 2007 gli
studenti hanno partecipato ad un  laboratorio di ricerca e pratica
pubblicitaria, Adlab@go,  diretto da Giovanni Lunghi, realizzando
una serie di spot sulla sicurezza stradale al fine di prevenire le stragi del
sabato sera; gli spot sono stati trasmessi poi dal canale radiofonico di
pubblica utilità della Rai.

Soddisfatto il professore Pira, «riuscire a co-produrre con uno dei canali più
ascoltati della radiofonia italiana uno spazio piccolo, ma significativo,
realizzato dai giovani per i giovani è per noi un?importantissima sfida».

«I giovani ? sottolinea il direttore di Isoradio – rappresentano il futuro
della nostra società, quindi è importantissimo comprendere il loro linguaggio
per rapportarci con loro».

Intanto l’emittente dell’università di Udine ha già avviato nei giorni scorsi
il palinsesto autunnale con molte novità da scoprire sul sito

http://webradio.uniud.it
.