Scuola: denunciare spacciatori e bulli via SMS

di Teresa Barone

scritto il

Scuola al via in tutta Italia, con i Ministri tra i banchi e l?annuncio di importanti novità per combattere bullismo e spaccio.

L?anno scolastico 2014-2015 ha preso il via in tutte le Regioni della penisola tra alcune novità e le immancabili polemiche. Se il primo giorno di scuola ha visto sedere tra i banchi anche alcuni Ministri, che hanno accolto l?invito del premier Matteo Renzi, non sono mancate le contestazioni inerenti la spinosa questione dei precari.

=> Scopri la consultazione pubblica sulla riforma della scuola

Il Presidente del Consiglio ha ribadito che tra le priorità del Governo compare l?assunzione di 149mila insegnanti precari, mentre il Ministro dell?Istruzione Stefania Giannini ha ricordato il recente lancio del progetto “Labuonascuola? e l?avvio della consultazione pubblica dedicata proprio alla riforma della scuola.

È dal Ministro dell?Interno Angelino Alfano, tuttavia, che arriva l?annuncio di una delle principali innovazioni in ambito scolastico: sarà attivato a breve, infatti, un numero telefonico per segnalare via SMS tutti i casi di bullismo e spaccio che si verificano all?interno degli istituti.

=> Scopri i progetto di legge contro il cyberbullismo

L?iniziativa, che fa parte del progetto “Un sms per dire no a droga e bulli?, è stata avviata attraverso la firma di una direttiva e spetta ora a tutti i prefetti la divulgazione del numero in tutti i plessi.

I Video di PMI

Quali sono i contenuti migliori per Google?