Abruzzo, premiate le Idee al Futuro

di Noemi Ricci

scritto il

Sono stati proclamati i vincitori del concorso Idee al Futuro, il progetto per l?abruzzo per cercare idee innovative e per contribuire allo sviluppo positivo del territorio.

Si chiude “Idee al Futuro“, il progetto per l’Abruzzo nato per individuare le migliori idee innovative in grado di contribuire ad uno sviluppo positivo del territorio grazie alle nuove tecnologie. Il concorso, realizzato da Accenture e dedicato ai ragazzi del 4° e 5° anno delle scuole secondarie superiori abruzzesi, è stato realizzato anche grazie alla collaborazione collaborazione con l’Università dell’Aquila, la Fondazione Italiana Accenture e l’Associazione degli Alumni Accenture.

In testa alla classifica “Team” si è piazzato il progetto “EMEPOLIS la mia città” – realizzato da un gruppo di studenti dell’Istituto Tecnico Statale Aterno di Pescara – che ha promosso l’innovazione come veicolo di informazione tra i cittadini e la pubblica amministrazione. Si tratta di un portale che consente ai cittadini, anche mediante l’utilizzo di smartphone o strumenti di social networking, di sottoporre segnalazioni e notifiche all’amministrazione con l’obiettivo di partecipare alla gestione della propria città.

Nella stessa categoria, al secondo posto, troviamo il Progetto S.I.R.O. (Sistema Interattivo Richieste Ospedaliere) degli studenti dell’Istituto Tecnico Amedeo di Savoia Duca d’Aosta dell’Aquila – nato per fornire ai cittadini un servizio gratuito in ambito sanitario, quindi per prenotare visite mediche, pagare ticket e ritirare gli esiti delle analisi.

Terzo gradino del podio per il progetto Servizio d’informazione delle attività d’intrattenimento e di svago nella città dell’Aquila proposto dagli studenti dell’Istituto Tecnico Amedeo di Savoia Duca d’Aosta dell’Aquila, volto a sostenere i giovani del territorio a tornare alla vita sociale pre-terremoto, attraverso un servizio di informazione sugli eventi in programma in città.

Ancora l’innovazione è invece al centro del rapporto tra cittadini e Pubblica Amministrazione per il primo posto della categoria “Singoli“, dove il progetto OMNIACode di uno studente aquilano consente ai possessori di smartphone o telefoni di ultima generazione di ottenere approfondimenti sui luoghi che ci circondano, come informazioni sui trasporti locali, all’enogastronomia, ai monumenti di interesse storico artistico.

Una studentessa di Pescara s è posizionata invece seconda con il suo progetto per collegare reparti ospedalieri alla vita quotidiana. Un’idea che nasce soprattutto per consentire ai genitori di rimanere costantemente in contatto con i piccoli ricoverati.

Medaglia di bronzo infine per il progetto A.B.D.E. Abruzzo Distant Education, presentato da uno studente Aquilano che si è focalizzato su uno strumento capace di garantire l’educazione a distanza mediante un servizio su web e/o su piattaforma social network. In questo modo, gli studenti universitari e liceali possono prendere parte a lezioni, congressi e altri incontri
di importanza didattica anche a distanza, attraverso l’uso di apparecchiature tecnologiche interattive.

A questo punto non rimane che attendere nel mesi di Aprile la premiazione ufficiale dei vincitori presso l’Università dell’Aquila, con la quale sarà avviata la collaborazione per lo sviluppo delle idee vincitrici. I migliori progetti, inoltre, parteciperanno ad un tech tour nella Silicon Valley e saranno premiati con oggetti tecnologici e denaro.

____________________________

Leggi anche: