Il Ponte Digitale passa alla Fase 2

di Roberta Donofrio

scritto il

Il Comune di Messina ha ottenuto l'approvazione sul progetto "Innovazione nell'Area dello Stretto", punti di accesso Internet verranno dislocati in città con maggiore aggregazione turistica e non solo

Il progetto “Innovazione nell’Area dello Stretto” passa alla “Fase 2”. Il Comune di Messina ha ottenuto il finanziamento di circa 840mila euro per l’ampliamento delle infrastrutture tecnologiche destinate al famoso Ponte digitale tra Calabria e Sicilia.

L’assessore alle Politiche di E-Government, Carmelo Santalco, durante la riunione al CNIPA, ha evidenziato che «la proposta avanzata dal Comune di Messina per l’allocazione dei fondi della Fase 2, che ammontano a circa 840.000 euro per Sicilia e Calabria, è relativa alla messa in opera di hot-spot WiFi per la copertura di specifiche aree della città».

Grazie al nuovo sistema di connettività sarà possibile accedere ai servizi offerti dalla piattaforma multimediale realizzata nella prima Fase del Progetto. Tutte le informazioni su mezzi di trasporto, eventi e manifestazioni saranno messe a disposizione dei cittadini e degli studenti delle nove località con maggiore affluenza turistica.

Inoltre verrà progettata una infrastruttura in grado di ospitare un sistema di autenticazione federato per consentire ai soggetti coinvolti dal progetto di svolgere attività di monitoraggio e controllo sul territorio.

«Tale sistema sarà realizzato sui soggetti che disporranno dell’accesso WiFi, ed in particolare le Università di RC e ME ed il Comune di Reggio Calabria con riferimento alle reti di accesso già esistenti, ed il Comune di Messina con la nuova realizzazione di aree WiFi. Per tale intervento il Comune di Messina ha avanzato la richiesta di 250 mila euro a valere sui Fondi ancora disponibili sulla Fase 2».