La Liguria abbatte il digital divide

di Marianna Di Iorio

scritto il

Siglato un accordo tra la Regione Liguria e il Ministero delle Comunicazioni. Obiettivo? Promuovere la banda larga nel territorio e superare il digital divide

Anche la Regione Liguria, dopo il Lazio e la Sardegna, ha deciso di muoversi per eliminare il divario digitale che attanaglia ancora alcune zone. Rappresentativo di questo intervento è l’accordo siglato tra il Ministro delle Comunicazioni, Paolo Gentiloni, e il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando.

L’Accordo di programma per lo sviluppo della Banda larga è stato presentato ieri durante una conferenza stampa presso la sede della Regione Liguria.

In particolare, i termini dell’accordo prevedono uno stanziamento di 16 milioni di euro in due anni: 10 milioni saranno messi a disposizione del progetto dal Ministero delle Comunicazioni, mentre 6 milioni da parte della Regione. A questi saranno, inoltre, sommati altri 7 milioni di euro che la Regione ha già utilizzato e 5 milioni ottenuti dall’Unione Europea.

Con l’accordo raggiunto, ha affermato Gentiloni, «il Governo e la Regione si impegnano a portare tra circa due anni collegamenti a Internet veloce in tutta la Regione. È un obiettivo di assoluto rilievo perchè nel 900 non essere nella rete idrica o nella rete elettrica significava essere esclusi dallo sviluppo economico. Oggi non avere accesso alla banda larga, a Internet veloce, vuol dire rischiare di essere esclusi dallo sviluppo».

L’obiettivo è garantire banda da 2048 kilobit al secondo in download e 512 in upload.