Le non pause del manager

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Manager in cerca di pausa, la maggior parte dei manager ne fanno troppo poche.

La mole di lavoro e il tempo dedicato a tutti gli impieghi sono elementi delicati e complessi, inoltre spesso non sono due elementi che possono essere autonomamente decisi.

=> Le pause per i lavoratori 

Le ore di lavoro e gli impegni sono prefissati dal ruolo che si ricopre, interrotti anche da pause e giorni di riposo, spesso però si rischia di perdere di vista proprio questi due ultimi elementi. I manager di oggi sono immersi tra lavori, problemi e novità, basando le proprie giornate lavorative e non sul lavoro, oltre le ore stabilite. Atteggiamento che di primo impatto può sembrare completamente positivo, ma in realtà allontanare del tutto le pause danneggia non solo la propria salute ma anche il futuro dell’azienda.

=> Lavoro: l’importanza delle pause 

La convinzione più comune è quella che dedicarsi al lavoro 24h su 24h è necessario e indispensabile, confondendo il tutto come sinonimo di produttività. Le pause e le ferie nell’era degli smartphone sono quasi un miraggio, tanto attese ma spesso non passate con la reale spensieratezza, necessaria per ricominciare il lavoro con la giusta forza ed energia. Tutto ciò comprende sia le pause sul lavoro, come la pausa pranzo, e sia il rientro a casa dopo l’ufficio, entrambi momenti di riposo necessari per corpo e mente.

=> Il tempo prezioso per un manager 

Ovviamente la tendenza ad essere sempre connessi per il lavoro, non è solo dettata da una decisione prettamente personale, spesso nasce dalla competizione che si crea con gli altri colleghi e il continuo bisogno di produrre sia economicamente che lavorativamente sempre di più. Una continua produttività, apparente, non è la soluzione giusta per condurre un’azienda nel migliore dei modi. Dedicare le proprie pause o ferie realmente a se stessi non significa non lavorare, al contrario, spesso ciò che si vive durante i momenti con la propria famiglia, i viaggi od altri eventi aprono la mente ed aiutano, molto di più di una risposta ad un’email in piena notte. Stimolare la mente è ciò che serve ad un manager per essere realmente produttivo e non solo apparentemente.