Dire di no

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Sul lavoro bisogna anche saper dire di no, ecco come.

Essere disponibili sul lavoro è una grande dote e potrebbe essere anche un punto a favore del lavoratore, ma solo se usata nel modo giusto. La realtà che si presenta sul lavoro è sempre complessa e delicata ed anche la disponibilità non è da meno, in poche parole bisogna avere la capacità di fare capire a colleghi e capo che si è disponibili ma non obbligati sempre a dire di si.

=> Recruiting: dire no, ma con stile

Soprattutto quando si occupa un ruolo importante, ma non solo, i favori e le richieste aumentano e saper dire di no nel modo giusto è fondamentale. Imparare a dire di no serve per non mettere a rischio la propria situazione lavorativa, accettare un incarico extra in un momento non possibile, può essere controproducente.  Ciò naturalmente non significa non essere mai disponibili per i propri colleghi o collaboratori, ma significa saper valutare il momento giusto per accettare un nuovo lavoro o aiutare un proprio collega.  Per questo prima di dire di no è importante valutare alcuni elementi, rifiutare nell’immediato potrebbe apparire superficiale, soprattutto all’inizio è importante esaminare e studiare la richiesta, dopodiché rispondere. Nel caso in cui è impossibile accettare, basta saper rispondere nel modo giusto con tranquillità e sincerità. Non ci sono trucchi particolari basta semplicemente la chiarezza, spiegare in modo lineare e chiaro quali sono le le attuali responsabilità, facendo capire all’interlocutore l’impossibilità di accettare un nuovo compito. Un’altra soluzioni potrebbe essere prendere in carico solo parte del nuovo lavoro.

=> Le buone maniere per vivere bene in ufficio

Inoltre è importante ricordare di comunicare il rifiuto direttamente di persona, consigliabile in questo caso, come in altri, di evitare le e-mail, potrebbero portare a dei fraintendimenti data l’impossibilità di sentire il tono della voce. Senza dimenticare mai che il lavoro è anche strategia, per questo è fondamentale valutare le eventuali conseguenze che può portare una risposta negativa, soprattutto il caso in cui a chiedere è il proprio superiore. Dire sempre si inoltre danneggia anche la propria produttività, lavorare eccessivamente fa male anche alla salute. Infine se si deve dire no al proprio superiore, può essere d’aiuto, spiegare le problematiche per cui non si può accettare un nuovo impiego, se si ha la capacità di essere convincenti e le motivazioni sono valide, il capo saprà venirvi incontro e capirà la situazione. Anche quando avviene un rifiuto, bisogna farlo con consapevolezza sincerità e chiarezza, evitare il discorso o creare dei misteri potrebbe solo peggiorare la situazione.

I Video di PMI