Volare fuori dal proprio paese

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Un paese estero visto come rinascita, ecco come mollare tutto e cominciare a lavoro fuori dal proprio paese.

Le opportunità di lavoro in Italia sono purtroppo alquanto scarse, spesso l’idea dei lavoratori e dei futuri lavoratori è quella di trasferirsi all’estero. Sia per quanto riguarda gli stipendi, la disponibilità dei posti di lavoro e la possibilità più umana di una crescita nella carriera, l’estero è sicuramente più propenso e disposto a dare lavoro senza limite di età e quant’altro.

=> Tra paura e fallimento

Tutto questo non significa che la strada è spianata e più facile, significa soltanto che le possibilità di trovare una proposta di lavoro sono maggiori, ma bisogna comunque saper trovare l’opportunità giusta. Inutile dire che bisogna avere pazienza e tempo a disposizione, la strada almeno inizialmente sarà in salita, per questo bisogna avere la voglia di mettersi in gioco e di rialzarsi dopo i no. Per evitare di rimanere delusi e sconfortati da un mondo lavorativo che non rispecchia i propri desideri, basta tenere a mente alcuni elementi. L’errore più comune è quello di partire con la convinzione di trovare tutto subito e facilmente, pensiero che porta delusioni molto alte. Perché è vero che in confronto all’estero le possibilità possono essere migliori, ma cercare lavoro da straniero è comunque difficile, anche perché allo stesso modo dell’Italia, anche gli stranieri competono ogni giorno per mantenersi il proprio lavoro.

=> Valutare le idee

Dopo tutto ciò per molti l’idea di andare all’estero, rimane comunque l’unica opzione, ecco allora da dove cominciare. In primis bisogna valutare le proprie capacità, di conseguenza si avrà un’idea più chiara su cosa cercare, in quali settori e ambiti. Inoltre se ancora non si è scelta la meta, potrebbe essere migliore valutare prima di partire, quali paesi hanno più disponibilità sui settori interessati. Ma tutto ciò non basta, bisogna conoscere anche la politica e le regole del lavoro del paese, per questo passaggio potrebbe essere utile, ascoltare l’esperienze di chi si è già trasferito e già vive e lavora in quel determinato posto. Tutto ciò evita di modificare tutta la propria vita e scoprire che poi la scelta fatte è stata sbagliata. Infine non bisogna essere troppo selettivo, perché anche all’estero potrebbe essere necessario accettare offerte minori per poi crescere o trovare un lavoro migliore.