Extramot sbarca in Piazza Affari

di Barbara Weisz

scritto il

Sono partite il 22 giugno le negoziazioni sul nuovo sistema multilaterale per gli strumenti obbligazionari corporate. Operativo sulla piattaforma Tradelect

Si arricchisce l’offerta obbligazionaria di Piazza Affari. Dal 22 giugno sono partite le negoziazioni su Extramot, il nuovo sistema multilaterale di Borsa Italiana per la negoziazione di strumenti obbligazionari corporate. Il gruppo «con questo progetto – sottolinea Pietro Poletto, Head of Fixed Income Markets di London Stock Exchange Group, si pone all’avanguardia come piattaforma integrata per la negoziazione di obbligazioni a livello mondiale».

Il mercato è operativo sulla piattaforma Tradelect, con caratteristiche di microstruttura analoghe a quelle del mercato regolamentato Mot e del segmento Euromot, garantendo la stessa attività di vigilanza sulle negoziazioni e sul controllo sui prezzi.

Il regolamento prevede la possibilità di ammettere alle negoziazioni, su iniziativa di Borsa Italiana o su richiesta di un operatore aderente al mercato, obbligazioni e altri titoli di debito già ammessi alle negoziazioni in un mercato regolamentato dell’Unione Europea.

C’è una fase di asta di apertura dalle ore 8.00 alle ore 9.10 e la negoziazione continua dalle ore 9.10 alle ore 17.30. ExtraMOT, come tutti i mercati organizzati e gestiti da Borsa Italiana, è caratterizzato da una modalità di negoziazione cosiddetta “order driven” attraverso la quale chiunque, sia il cliente finale di un intermediario sia un operatore che negozia in conto proprio, può inserire proposte in acquisto e in vendita sullo strumento di riferimento.

Inoltre è prevista la presenza di operatori specialisti che, operando in conto proprio, potranno sostenere la liquidità degli strumenti negoziati. In particolare gli operatori che richiedono l’ammissione alle negoziazioni di strumenti finanziari sono tenuti a svolgere le funzioni di specialisti per gli strumenti per i quali abbiano richiesto essi stessi l’ammissione. È possibile inoltre operare come specialista, su richiesta, per gli altri strumenti ammessi alle negoziazioni.

Gli operatori specialisti sono tenuti a esporre continuativamente proposte in acquisto e in vendita  il cui quantitativo minimo è determinato da Borsa Italiana tenuto conto delle caratteristiche di ciascuno strumento finanziario. Analogamente a quanto avviene per il segmento EuroMOT, i contratti vengono inoltrati, tramite il servizio XTRM, ai servizi di liquidazione di Euroclear e Cleastream Banking Luxembourg e liquidati il terzo giorno di calendario successivo alla stipulazione.

Poletto sottolinea come «l’esperienza e la struttura dei mercati obbligazionari di Borsa Italiana, messi a disposizione del mercato inglese» permettano ai numerosi titoli precedentemente negoziati dal Regno Unito “over the counter” di trovare in questo nuovo mercato “il loro naturale ambiente di negoziazione”.

La vigilanza è effettuata secondo le regole e le procedure in essere per i Mercati Regolamentati di Borsa Italiana. Il sistema di negoziazione assicura il funzionamento di meccanismi di controllo sui prezzi delle proposte immesse e sui prezzi dei contratti.