Social Awards: vince Enel con la sicurezza

di Barbara Weisz

scritto il

Azzerare gli infortuni sul lavoro: è l'obiettivo del progetto con cui il colosso elettrico si è aggiudicato il Sodalitas Social Awards 2009. L'iniziativa ha coinvolto il top management con le safety walk

Una settimana dedicata alla sicurezza sul lavoro con oltre 350 iniziative in tutte le filiali del mondo, fra cui 70 safety walk con il top management. È l’iniziativa, organizzata per la prima volta nel novembre scorso e che verrà replicata quest’anno, con cui Enel ha vinto il Sodalitas Social Awards 2009 nella categoria “valorizzazione del capitale umano”. Il premio della Fondazione Sodalitas per le buone pratiche di responsabilità sociale, consegnato in Assolombarda alla fine di maggio, è giunto alla settima edizione, e ha visto concorrere 260 progetti candidati da 216 aziende.

Sette le categorie in cui si articola il premio: in quella vinta da Enel c’è stata una “Menzione Speciale Diversity” attribuita a Banca Popolare di Milano. Le altre: “iniziative di sostenibilità”, vinto da Conser, “partnership nella comunità”, aggiudicato dalla Banca di Credito Cooperativo di San Marzano di San Giuseppe, Progetti di marketing sociale, vinto  dall’Associazione degli Industriali della Birra e del Malto, “Piccole e media imprese”, vinto da Cantine Settesoli, “Innovazione di Prodotto, vinto da Fonti di Vinadio, “Pubbliche amministrrazione”, assegnato alla Provincia di Cagliari (premio speciale al Comune di Morbegno). Infine il Premio Speciale Sostenibilità è stato attribuito ad Edison e il Premio per il Migliore Progetto con la Scuola è stato vinto ex equo dal Colorificio MP ed Eurotec.

La international safety week di Enel si è svolta dal 24 al 30 novembre. «La sicurezza è la nostra priorità più importante – ha detto l’amministratore delegato Fulvio Conti – non è ammissibile che delle persone perdano la vita, o si facciano male lavorando, per Enel o per chiunque altro. Negli ultimi anni, grazie all’impegno profuso da tutto il nostro Gruppo, gli indici della sicurezza di Enel sono migliorati. Ma non potremo ritenerci soddisfatti finché non avremo raggiunto il traguardo zero incidenti».

Alle 350 iniziative hanno partecipato 29mila persone. I manager sono stati coinvolti con le “safety walks”, visite agli impianti per promuovere la prevenzione, verificare l’applicazione delle norme, l’adozione di comportamenti sicuri, lo stato e la manutenzione di strutture e macchinari. Sono poi state organizzate oltre 90 simulazioni, dall’evacuazione di edifici alle esercitazioni antincendio, nonché momenti di formazione, workshop tematici, incontri con ditte appaltatrici, coinvolgimento del territorio, delle scuole e delle famiglie. E ancora, un concorso fotografico, una campagna a favore di un’alimentazione sana e bilanciata.

Tutti sono stati invitati a dare i propri suggerimenti attraverso una casella di posta elettronica dedicata. Coloro che hanno subito infortuni sul lavoro hanno raccontato le proprie esperienze durante interviste registrate in video e diffuse internamente in modo capillare.

Nell’iniziativa l’azienda ha investito oltre 1 milione di euro. Per raggiungere l’obiettivo “zero infortuni”, è stato lanciato un piano articolato in nove ambiti di intervento: promozione della cultura della sicurezza, miglioramento dei processi e dei rapporti tra appaltatori e fornitori, comunicazione efficace, reazione tempestiva agli eventi, migliore formazione, pianificazione e chiarezza degli obiettivi, prevenzione strutturale dei luoghi di lavoro, organizzazione della sicurezza e condivisione delle esperienze.

I Video di PMI