A Milano il grattacielo dei manager

di Davide Mura

scritto il

Dal 1° gennaio la Blend Tower è un nuovo punto di riferimento per meeting, colloqui di lavoro, presentazioni e attività di formazione. Uffici temporanei e ipertecnologici per chi vuole lavorare nel capoluogo lombardo anche solo per un mese

Milano si percorre spesso di fretta e i manager lo sanno bene. Un crocevia di professionisti italiani e stranieri ogni giorno si incontrano nella city e ci lavorano anche per periodi molto brevi, un giorno, un mese o un anno.

Secondo la Camera di Commercio di Milano in città e provincia operano 291.890 imprese, pari al 5,5% del totale nazionale (5.316.104), ovvero quasi un’impresa su venti. Sono 3.035 invece le imprese straniere registrate, pari al 41,7% del totale nel nostro Paese. Detto altrimenti, quasi un’impresa estera su due con una sede italiana si trova a Milano. Ma se molte altre vorrebbero aprire qui un ufficio gli elevati costi di avviamento spesso lo impediscono.

Ecco allora una struttura all’insegna della flessibilità: Blend Tower. Un business center moderno e comodo per appuntamenti di lavoro più o meno veloci, o per chi desidera avere un punto di appoggio per conferenze e presentazioni.

Il “grattacielo dei manager”, come è stato già soprannominato, dispone di 48 uffici (130 postazioni di lavoro), individuali e open space affittabili anche per un’ora. Per riunioni e corsi di formazione, 6 sale con 75 posti. C’è anche la possibilità di fruire di servizi di segreteria “pay per use”, per prenotare alberghi e mezzi di trasporto come aerei e treni. Sale lunch per pranzi e aperitivi veloci. Il progetto architettonico è a firma dello studio 5+1 AA di Genova.