Moody’s declassa il rating di 26 banche italiane

di Massimiliano Santoro

scritto il

L'agenzia di rating Moody's ufficializza il declassamento da uno a quattro livelli per 26 banche italiane con prospettive di rating negative.

Su 26 banche italiane si abbatte la scure di Moody’s, che ne declassa il rating. L’agenzia ha spiegato la misura affermando che il rating del debito e del deposito è diminuito di un livello per 10 banche, di due livelli per 8, di tre livelli per 6 banche e di quattro livelli per 2 banche.

Il rating a breve termine di 21 banche è stato poi declassato da uno a due livelli. Moody’s specifica anche nel comunicato che “le prospettive di rating per tutti i soggetti interessati sono negative”.

Inoltre, Moody ha comunicato anche di aver cambiato l’outlook del rating per il BFSR autonomo di 5 banche italiane a negativo da stabile. Moody’s spiega anche che i rating “per le banche italiane sono oggi tra i più bassi all’interno degli avanzati paesi europei”.

Come detto, le prospettive di rating per tutti gli istituti di credito interessati sono negativi e Moody’s ritiene che vi siano diversi fattori che potrebbero causare ulteriori correzioni al ribasso, tra cui “l’aumento dello stress del finanziamento; una recessione prolungata” o un ulteriore “indebolimento del merito di credito del Governo italiano”.

Tuttavia, Moody’s spiega che un miglioramento potrebbe verificarsi se una banca “migliora in modo sostanziale il profilo del credito e la resistenza alle condizioni”.

Moody’s ha effettuato infine specifiche considerazioni sul rating di alcune banche come Unicredit, Intesa, Banca Imi , Banca CR Firenze, Banca Monte Parma, Banca Monte dei Paschi di Siena, Mps Capital Services, Banco Popolare Societa’ Cooperativa, Banca Italease, Unione Banche Italiane, Banca Popolare di Milano, Banca Carige, Credito Emiliano, Credito Valtellinese, Banca delle Marche, Banca Sella Holding, Iccrea Bancaimpresa, Banca di risparmio di Bolzano, Banca di Risparmio di Ferrara, Bancapulia, Banca Popolare dell’Alto Adige, Cassa di Risparmio di Cesena, Banca Popolare di Cividale, Banca Popolare di Spoleto, Cassa di Risparmio della Provincia di Chieti, Banca Padovana Credito Cooperativo, Banca Popolare di Marostica, Banca della Marca Credito Cooperativo, Mediocredito Trentino-Alto Adige.