Eba: banche italiane promosse tranne Mps

di Floriana Giambarresi

scritto il

Tutte le principali banche italiane sono state promosse dopo l'esame Eba tranne la Monte dei Paschi di Siena.

Le principali banche italiane hanno superato l’esame di verifica dell’Eba sul raggiungimento dei requisiti di capitale imposti dall’Authority e che avevano l’obiettivo di raggiungere entro lo scorso 30 giugno. Tutte, tranne Monte dei Paschi di Siena.

A superare l’esame Eba sono state Intesa Sanpaolo, UniCredit, Banco Popolare e Ubi Banca, istituti che hanno dimostrato di aver raggiunto un Core Tier 1 superiore alla soglia richiesta del 9%. Scendendo nello specifico, Intesa San Paolo ha presentato un Core Tier 1 del 10,1% con un eccesso rispetto ai livelli richiesti pari a 3,298 miliardi di euro; UniCredit, del 9,68% con un eccesso di capitale di 359 milioni di euro; Banco Popolare del 9,61% con un eccesso di 350 milioni e Ubi Banca del 9,24% con un eccesso di 181 milioni di euro.

Mps non ha invece raggiunto gli obiettivi e superato l’esame per via di un Core Tier 1 del 7,2% e una carenza di capitale di 1.728 milioni di euro.

Andrea Enria, il presidente dell’Autorità bancaria europea, ha così commentato quanto registrato: “Le banche europee hanno compiuto progressi significativi nel rafforzamento delle loro posizioni patrimoniali e per rafforzare la resistenza complessiva del sistema bancario europeo”.  Enria aggiunge poi che “le banche sono ora in una forma migliore per finanziare l’economia reale, ma devono continuare a seguire il sentiero tracciato dal nuovo contesto normativo”.

Oltre all’italiana Monte dei Paschi di Siena, anche altre tre banche non hanno superato gli stress test di Eba: si tratta delle cipriote Cyprus Popular e Bank of Cyprus, e della slovena Nova Kreditna Banka Maribor.