Assumere laureati? Meglio se economi e ingegneri

di Teresa Barone

scritto il

Le aziende cercano laureati in economia e ingegneria ma il ?pezzo di carta non basta? più: a fare la differenza è l?esperienza pregressa.

Quali sono le lauree più richieste dalle aziende? Cosa cercano i recruiters? Secondo quanto rilevato dal Sistema informativo Excelsior di Unioncamere e Ministero del Lavoro, le assunzioni coinvolgono in primo luogo i giovani laureati in economia e ingegneria, che nel corso del 2014 potranno contare rispettivamente su 18800 e 8400 opportunità di impiego.

=> Scopri tutti i segreti per la selezione del personale

Stando ai dati, inoltre, anche il diploma rappresenta un requisito valutato positivamente dalle aziende, tanto che ammontano a oltre 48mila le assunzioni rivolte a diplomati in ambito amministrativo-commerciale.

In ogni caso, i responsabili della selezione del personale osservano attentamente il “bagaglio di esperienza” dei potenziali neo assunti: tra il 2013 e il 2014 è cresciuta la richiesta di esperienza pregressa soprattutto nell’ambito delle assunzioni di laureati.

Secondo il presidente di Unioncamere Ferruccio Dardanello: «Il titolo di studio oggi non basta più: chi assume chiede un’esperienza diretta del mondo del lavoro, acquisita già durante gli anni della scuola. Per questo i percorsi di alternanza scuola-lavoro non devono più essere l’eccezione ma la regola per i nostri ragazzi. Accanto a questo, è indispensabile rendere più efficace il sistema della formazione adottando il modello duale tedesco che in Germania ha avuto successo anche perché ha coinvolto direttamente Camere di commercio e imprese.»

=> Scopri l’identikit del pessimo candidato