Registro delle co-manager: nuovi progetti in arrivo

di Redazione PMI.it

scritto il

Tavolo di lavoro a Trento per estendere il registro delle co-manager a tutti gli ordini professionali favorendo la conciliazione lavoro-famiglia.

Prosegue con successo l’iniziativa promossa dalla Provincia Auotnoma di Trento per favorire il lavoro femminile e le donne imprenditrici che decidono di diventare mamme: il registro delle co-manager, nato un paio di anni fa, si è infatti rivelato una risorsa indispensabile per la conciliazione lavoro-famiglia.

=> Scopri come funziona il registro delle co-manager

Il registro è un Albo formato dai nomi di donne con  esperienza e capacità certificate che siano disponibili a sostituire temporaneamente le imprenditrici in maternità. Un’opportunità destinata non solo alle esponenti del sesso debole a capo di un’impresa ma anche alle donne avvocato, medico, architetto, ingegnere e appartenenti alle categorie che esercitano professioni intellettuali in difficoltà nel portare avanti carriera e famiglia.

Proprio per estendere il progetto agli altri ordini professionali è stato organizzato il tavolo di lavoro sulle “Pari opportunità di genere negli ordini professionali”, coordinato dall’assessore alle pari opportunità Lia Giovanazzi Beltrami e mirato anche a monitorare eventuali criticità e situazioni discriminatorie ai danni delle professioniste favorendo il «pieno dispiegarsi degli strumenti utili a promuovere le pari opportunità» negli ordini e collegi professionali trentini.

Il registro provinciale delle Co-manager è stato costituito grazie a un accordo siglato dall’Associazione Artigiani e Piccole imprese e Confesercenti del Trentino.