Wealth manager e clienti: come relazionarsi

di Chiara Basciano

scritto il

Consigli per una carriera da wealth manager di successo

Il ruolo del wealth manager è molto delicato, occupandosi del portafoglio dei clienti, soprattutto in questa difficile situazione economica. Per questo il cliente deve potersi fidare ciecamente di lui, cosa non sempre scontata.

In particolare Citywire e Findawealthmanager.com hanno individuato cinque punti fondamentali di cui il wealth manager dovrebbe tener conto per poter avere un rapporto di fiducia coi suoi clienti, anticipandone i desideri e le aspettative.

Prima di tutto bisogna tener conto del fatto che i clienti hanno obiettivi di investimento sempre più aggressivi, puntando molto l’attenzione sulla crescita del capitale, diventato target primario (nel terzo trimestre del 2013, si è passati dal 65% all’86% di coloro che lo considerano fondamentale).

=> Scopri l’asset manager

Il secondo punto evidenzia che gli investimenti alternativi risultano quelli maggiormente richiesti al momento, con il 78%.Il terzo punto riguarda le possibilità di sviluppo del settore, sono infatti il 66% degli utenti intervistati da Findawealthmanager.com a non avvalersi di un wealth manager, con un valore ipotetico di 1,9 milioni di sterline.

Il quarto punto riguarda la relazione interpersonale, la maggior parte dei clienti, infatti, preferirebbe avere a che fare con un relationship manager piuttosto che con chi gestisce direttamente il denaro. Infine, ultimo punto, la performance è il punto fondamentale per il cliente, che, se rimane deluso, è pronto a cambiare wealth manager seduta stante.

I Video di PMI

Quali sono i contenuti migliori per Google?