Part-time e famiglia, il sogno maschile

di Teresa Barone

scritto il

InfoJobs.it indaga sui desideri dei padri italiani in materia di conciliazione lavoro-famiglia.

Gli uomini italiani sognano una maggiore flessibilità lavorativa, ambiscono al part-time e vorrebbero poter avere più tempo da dedicare alla famiglia e ai figli.

=> Leggi come funziona il nuovo congedo di paternità

Lo rivela un sondaggio promosso da InfoJobs.it in occasione del 19 marzo, indagine che svela come il 36,7% dei lavoratori padri si ridurrebbe volentieri l’orario di lavoro per dedicarsi agli affetti, mentre il 40% lascerebbe il proprio impiego per la famiglia.

Per circa la metà degli intervistati, inoltre, la felicità personale potrebbe essere conquistata proprio lavorando part-time e condividendo la gestione familiare con mogli e compagne, favorendo una maggiore conciliazione tra professione e vita privata.

=> Leggi la proposta di legge sul telelavoro

Una scelta difficile da concretizzare per il 27% degli uomini coinvolti nel sondaggio, che sottolinea la necessità di lavorare a tempo pieno per motivi prettamente economici.

Per quanto riguarda il congedo parentale, infine, un italiano su tre ammette di non voler usufruire delle giornate di astensione dal lavoro riconosciute ai padri preferendo concedere tutto il periodo previsto alle madri. Un buon 40%, tuttavia, ammette che la decisione di sfruttare pienamente questo tipo di agevolazione potrebbe essere giudicata in modo negativo all’interno dell’ambiente lavorativo.

=> Leggi l’iniziativa di Nestlè per i lavoratori padri

I Video di PMI