Il nuovo volto dell?International Manager

di Chiara Basciano

scritto il

L?importanza di conoscere i paesi d?esportazione e i vantaggi dei flexible benefits

Il nuovo panorama economico cambia il volto degli investimenti esteri avendo una ricaduta importante sul ruolo dei manager che si occupano di stabilire un contatto con i diversi paesi.

=> Leggi come cambia il Country Manager

L’articolo a firma di Piero Silvaggio, Presidente Horton International Italy, pone l’accento sulle mosse necessarie per rimanere competitivi nell’ambito dell’esportazione, grazie alla presenza di figure essenziali, come l’International Manager. Prima di tutto stanno cambiando i paesi con cui instaurare rapporti e se prima le mete erano ambite anche dal punto di vista culturale adesso potrebbero essere un problema. Kazakistan e Azerbaijan, per esempio, risultano interessanti per le opportunità in ambito Operations, mentre India, Cina, Filippine ed Indonesia per lo sviluppo commerciale in un mercato consumer.

I manager chiamati a ricoprire tali ruoli devono valutare la possibilità di un non rientro ed essere capaci di integrarsi davvero con il territorio, valutando ogni volta le possibilità di sviluppo. Per allettarli le aziende, da parte loro, devono proporre salari adeguati ma soprattutto flexible  benefits (che arrivino anche al 40/50% del salario) che garantiscano qualità di vita di un certo livello e che siano capaci di motivare l’eventuale spostamento di una famiglia intera. Silvaggio individua come importanti requisiti: una casa importante, la scuola internazionale per i figli, l’iscrizione a un club esclusivo per la moglie, car allowance and parking, voli di rientro in business class per la famiglia almeno per le festività importanti.

=> Scopri il Temporary Export Manager

Solo rivedendo queste caratteristiche le aziende rimarranno competitive e si assicureranno un lavoro di alto livello da parte degli Iternational Manager.