Rinnovo contratto bancari, aumenti in vista

di Redazione PMI.it

scritto il

Le novità sul rinnovo del contratto per i bancari: aumenti di stipendio e maggiori tutele in caso di crisi aziendale.

Tra ABI e sindacati del settore è stato siglato l’accordo per il rinnovo del contratto dei bancari, un’intesa che porterà un aumento della retribuzione a beneficio dei 309mila lavoratori attivi nel comparto.

=> Banche: stipendi CEO in crescita

L’accordo, come annuncia Lando Maria Sileoni, Segretario generale Fabi, scongiura la “disapplicazione del contratto”  che avrebbe provato i dipendenti delle necessarie tutele. Il nuovo contratto, invece, valorizza gli inquadramenti  e prevede che per i giovani assunti attraverso il fondo per l’occupazione vi sia un incremento del salario di ingresso, pari all’8%.

Sempre in materia di aumenti retributivi, si parla di importi pari a 85 euro da riparametrare, mentre si prevede la creazione di una piattaforma bilaterale per la ricollocazione del personale licenziato in caso di crisi aziendale.

«Sono state date risposte concrete ai problemi occupazionali  – afferma Sileoni – e sotto l’aspetto economico si è recuperata l’inflazione. In tema di modello di banca, creazione di nuove attività e professioni sono stati previsti confronti con le banche, attraverso un monitoraggio periodico. La categoria ha quindi un proprio contratto che scadrà il 31 dicembre del 2018 e potrà così gestire con più garanzie e meno disagi una difficile fase di riorganizzazione del settore, che partirà a breve con una nuova ondata di fusioni, a causa anche della riforma delle banche popolari recentemente diventata legge.»

=> BCE: prudenza sui bonus dei manager