Le app per il business

di Chiara Basciano

scritto il

Quali web preferiscono i manager per gestire il lavoro da remoto

Un lavoro di tipo flessibile porta necessariamente ad un tipo diverso di organizzazione, basato sul digitale, che, attraverso i suoi strumenti, diventa il mezzo indispensabile per lavorare a distanza.

=> Vai alle migliori app per l business

Da un lato la condivisione di documenti e dall’altro la comunicazione diretta ed immediata sono due facce della stessa medaglia, come dimostrato dalla recente ricerca condotta da Regus. Secondo quanto rilevato appare evidente come gli strumenti tecnologici siano parte integrante di un nuovo modo di lavorare. Per andare nel dettaglio, Regus ha individuato le web app più utilizzate in Italia in questo nuovo contesto. Per la condivisione di documenti Dropbox è al primo posto con il 64,1%, seguito da Google Drive con il 48,2% e da WeTransfer che in Italia registra un 35,3% , buone le percentuali di utilizzo anche di Google Hangouts, con il 21,4% e di Microsoft Remote Desktop, con il 14,9% Italia.

=> Leggi la flessibilità per tenersi stretti i talenti

Per quanto riguarda il settore della messaggistica istantanea hanno la meglio Whatsapp, utilizzato in Italia dall’84,4% degli intervistati e Skype, con il 73,5%, passando poi al 48% di Facebook Messenger e alle percentuali più basse di Viber (18,4%) e WeChat (5,9%).

=> Scopri come rendere il lavoro più flessibile

Mauro Mordini, Country Manager Regus in Italia ha commentato «Sono sempre di più le aziende che adottano metodologie di lavoro flessibile e da remoto, almeno occasionalmente; gli strumenti tecnologici e le connessioni stanno aiutando a superare alcuni degli ostacoli tradizionalmente associati con il lavoro al di fuori dell’ufficio, consentendo l’accesso e la condivisione di file e la possibilità di comunicare facilmente. I vantaggi sono notevoli: risparmio di tempo speso in viaggi e incremento della produttività».