Bambini per un giorno

di Chiara Basciano

scritto il

Porte aperte ai bambini, per un giorno dedicato al divertimento e al proprio futuro

L’obiettivo è far conoscere il mondo del lavoro ai bambini, ma l’iniziativa Bimbi in ufficio,  promossa da Corriere della Sera e Corriere Economia in collaborazione con La Stampa, in realtà non si ferma solo a questo.

=> Vai all’edizione 2014

L’esperienza ormai più che consolidata, essendo al suo 21 esimo anno di vita, infatti diventa occasione per far divertire anche i genitori, riscoprendo il lato ludico del proprio lavoro attraverso gli occhi dei figli. Il 22 maggio, giorno più giorno meno, moltissime realtà hanno aderito all’iniziativa dimostrando il crescente interesse.

=> Leggi cosa fare coi bimbi in ufficio

Alessandra Bruno, responsabile internal communication di Wind, azienda che aderisce all’iniziativa dal 2001, sottolinea «Il numero di bambini aumenta a ogni edizione. In totale ne abbiamo oltre 5 mila nelle diverse sedi aziendali. Ogni anno cerchiamo di innovare la formula dell’intrattenimento, pensando a qualcosa di diverso».

=> Scopri l’Alveare

Tra giochi e merende i bambini più grandi non solo possono scoprire cosa fanno i genitori a lavoro, ma anche capire il mondo aziendale e farsi un’idea di quello che potrà essere il loro futuro, a partire dalle proprie attitudini naturali. Valentina Sangiorgi, direttore risorse umane di Randstad Italia, a tal proposito dichiara «Oggi, il mondo del lavoro è più difficile, di conseguenza è fondamentale concentrarsi sul giusto percorso di formazione. Vogliamo che i nostri ragazzi diventino adulti felici e soddisfatti».

I Video di PMI