Lavoro agile a Milano

di Teresa Barone

scritto il

Si avvicina la settimana del Lavoro agile e la Camera di Commercio di Milano fa un primo bilancio del progetto sperimentale sullo smart working.

Anche quest’anno si terrà la settimana del Lavoro Agile, evento promosso dal Comune di Milano che sembra trovare sempre più consensi.

=> Scopri i benefici dello Smart Working

La Camera di Commercio del capoluogo lombardo aderisce al progetto tracciando un bilancio positivo dell’iniziativa sperimentale che coinvolge 63 dipendenti, ai quali viene concessa la possibilità di lavorare da casa per tre giorni al mese.

Un numero decisamente superiore rispetto a quello che nel 2016 aveva caratterizzato il progetto pilota, come sottolinea attraverso la nota ufficiale Federica Ortalli, presidente del Comitato Imprenditoria Femminile dell’ente camerale:

«Nella Smart City, che Milano dimostra di essere in modo crescente, cambia il modo di lavorare. È da Milano che partono nuove proposte, dove anche una amministrazione flessibile e innovativa come la Camera di commercio, propone un nuovo modo di lavorare. Per ora in giorni limitati e in modo sperimentale, anche se con una diffusione costante. I risultati sono positivi: è la prova che i tempi sono maturi per richiedere questo salto di qualità culturale, che tiene conto dei bisogni delle persone e mette al primo posto la conciliazione, ormai possibile grazie alla diffusione e alla capacità delle nuove tecnologie. Un vantaggio per tutti ed in particolare per venire incontro alle molteplici esigenze delle donne che lavorano.»

=> Smart Working per alzare il PIL

Nel dettaglio, i dipendenti possono usufruire su prenotazione di un kit di supporti tecnologici aziendali, messi a disposizione dei lavoratori che devono concordare le attività da svolgere e stabilire i giorni da dedicare allo Smart Working.

Fonte immagine: Shutterstock

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari