Borsa. Nuovi orari in Piazza Affari

di Barbara Weisz

scritto il

La negoziazione continua inizia qualche minuto prima, il passaggio dall'asta all'apertura è praticamente istantaneo. Ultima fase della migrazione su Tradelect, la piattaforma di Londra. E in vista c'è MillenniumIT

Nuovi orari di negoziazione in Piazza Affari, che da martedì 29 settembre allinea la partenza della trattazione continua a quella del London Stock Exchange e dei principali mercati europei. Si tratta dell’ultima fase della migrazione, avviata poco meno di un anno fa, sulla piattaforma Tradelect, che crea un unico sistema di trading fra Milano e Londra dando vita al più vasto pool di liquidità di Europa.

In vista ci sono già ulteriori novità, visto che è stato annunciato l’acquisto, da parte del gruppo che unisce Piazza Affari alla City, di Millennium IT, società di servizi tecnologici con sede in Sri Lanka, che ha una nuova piattaforma di trading. Ma questa nuova migrazione inizierà non prima della fine del 2010.

Nel frattempo, partono i nuovi orari. Sono accorgimenti tecnici, che permettono però una più efficiente gestione degli scambi. Fino ad ora la microstruttura del mercato telematico azionario prevedeva l’inizio della fase continua dalle 9,05, quattro minuti dopo il termine della preapertura e due minuti dopo la conclusione dei contratti provenienti dalla fase di apertura. Adesso i tempi si restringono, diventando praticamente immediati. La conclusione dei contratti e la diffusione al mercato dei relativi prezzi al termine della fase di apertura, che avveniva all 9,03, è anticipata alle 9.00/9.01. L’inizio delle negoziazioni potrà essere diverso da titolo a titolo, e non più nello stesso momento. Per i segmenti e i mercati con termine dell’asta di apertura alle 10,55, è previsto il prolungamento della pre asta fino alle 11.00/11.01. Le modifiche vengono estese anche all’asta di chiusura.

Più nel dettaglio, per  le blue chips, e per i segmenti Star e International, dalle 8.00 alle 9.00 ci sarà l’asta di apertura e fra le 9,00 e le 9,01 l’apertura vera e propria, con l’inizio della trattazione continua. Quest’ultima prosegue fino alle 17,25, nei cinque minuti seguenti, dalle 17,25 alle 17,30, ci sarà l’asta di chiusura con la chiusura definitiva fra le 17,30 e le 17,31.

Per il segmento Standard Classe 1, asta dalle 8.00 alle 11.00 e apertura fra le 11.00 e le 11.01. Negoziazione continua fino alle 16,25, quindi asta fino alle 16,30 e chiusura fra le 16,30 e le 16,31. Per la Classe 2, asta fra le 8,00 e le 11,00, apertura fra le 11,00 e le 11,01, asta di chiusura fra le 11,00 e le 16,30 e chiusura fra le 16,30 e le 16,31. 
La nuova struttura è già stata ampiamente testata grazie all’esperienza dei primi mesi di funzionamento per il mercato italiano (nel novembre del 2008 è migrato su Tradelect il mercato telematico azionario, nel giugno scorso l’integrazione è stata completata con il trasloco dei mercati ETFplus, Sedex, Mot e Mac). Tradelect, spiega una nota di Borsa Italiana, «ha evidenziato che i sistemi di negoziazione sono in grado di trasmettere, ricevere ed elaborare senza problemi e in tempi brevi i contratti conclusi in apertura anche in presenza di volumi molto elevati».

Per semplificare la struttura delle fasi di negoziazione per tutti gli strumenti negoziati sulla piattaforma TradElect nella successione apertura-negoziazione continua, sarà modificata la struttura degli orari dei titoli quotati sui mercati SEDEX, MOT e ETFplus.