Quale piano Internet scegliere in azienda?

di Floriana Giambarresi

scritto il

Esistono numerosi piani Internet aziendali per ogni esigenza: ecco come orientarsi per scegliere quello migliore in base al proprio business.

Il tipo di attività eseguito in azienda gioca un ruolo importante nella scelta del piano Internet aziendale. Quando il dirigente esamina le migliori opzioni possibili, il prezzo non dovrebbe essere l’unico fattore tenuto in considerazione. Ecco dunque quali fattori considerare per scegliere quello migliore per il proprio business.

Velocità. Un piano Internet aziendale deve avere una larghezza di banda sufficiente a fare affari senza rallentarli. Bisogna dunque scegliere la quantità di megabit al secondo ideale in base al tipo di operazioni che dovrete svolgere. Se ad esempio il business chiave dell’azienda richiede spesso il trasferimento di file di grosse dimensioni o lavori sui video, o ancora videoconferenze e servizi di streaming, è necessario scegliere una banda veloce.

Servizi. La maggior parte dei piani Internet business offrono servizi standard, ma ce ne sono vari che includono ad esempio l’hosting Web – utile dunque a coloro che vogliono costruire una presenza aziendale online o gestire un sito Web già avviato – o lo storage sul cloud, che permette di memorizzare e accedere ai dati anche quando non si è in ufficio. Bene anche i piani che offrono una protezione antivirus inclusa, utile a combattere efficacemente eventuali infezioni da virus e malware.

Prezzi e risparmio. Un’azienda può beneficiare di piani Internet business che integrano anche un servizio telefonico e, a volte, anche la TV via cavo o satellitare. Ci sono vari bundle che offrono servizi aggiuntivi, a una tariffa scontata. 

=> Leggi perché i dirigenti devono abbracciare Internet e mobile