Social Media Manager: 3 ragioni per assumerne uno

di Redazione PMI.it

scritto il

Quando si parla di gestione dei profili social, ci si chiede per quali motivi assumere un Social Media Manager professionista: analizziamoli insieme.

Quando si gestisce una piccola o media impresa, non sempre si ha budget da destinare alla pubblicità e alla promozione di prodotti e servizi. Un’altra cosa che manca spesso è però anche il tempo di gestire i profili aziendali sui Social Media: ecco perché spesso si finisce per rivolgersi ad un Social Media Manager. E chi si chiede quali benefici riservi davvero affidarsi un esperto, probabilmente non sa che il Social Media Manager non soltanto fa risparmiare molto tempo (per attività che svolte senza cognizione d causa si rivelano peraltro inutili) ma può garantire anche notevoli vantaggi benefici economici.

E’ vero: un Social Media Manager dovrà essere pagato, ma chi si affida alla figura giusta potrà contare su un sicuro rientro economico. Ecco dunque di seguito le tre ragioni per assumere un Social Media Manager.

La strategia social giusta

Il Social Media Manager è quella figura che, avendo accesso ai canali social dei suoi clienti, li gestisce implementando anche una strategia che garantirà non solo una crescita nel numero dei follower ma, soprattutto, un aumento del loro coinvolgimento (engagement): tramite ricerche di settore, sarà in grado di individuare i contenuti più idonei che attirano nuovi potenziali clienti per l’azienda per la quale lavora.

Purtroppo, ancora oggi molte piccole imprese sono convinte che, per la gestione dei canali social aziendali, sia sufficiente pubblicare qualche post: non è così. La strategia di Social Media Marketing prevede azioni precise e, soprattutto, competenze che solo chi è adeguatamente formato in materia possiede. Tutte le aziende che hanno intenzione di utilizzare i Social a livello professionale, dovrebbero rivolgersi ad un Media Manager esperto, che individui la strategia più corretta per portare l’azienda al successo.

Miglioramento della comunicazione aziendale

Il secondo motivo per il quale ogni azienda, anche se di piccole dimensioni, dovrebbe valutare una collaborazione con un Social Media Manager è che garantirà il miglioramento della comunicazione aziendale. A dispetto di quanto si pensi comunemente, questa figura non si limita a postare contenuti ma ha il compito di esporre post e argomenti nel miglior modo possibile.

L’esperto in Social Media ha infatti la capacità di comprendere il pubblico con cui sta comunicando e parlare in un modo che risuoni con quel pubblico: utilizza dunque il tone of voice più adatto per il particolare tipo di pubblico che si trova di fronte.

Social Media e brand awareness

Terza e ultima motivazione per la quale anche le piccole imprese dovrebbero rivolgersi ad un Social Media Manager è la brand awareness, ossia la misura in cui gli utenti riconoscono un marchio, o la percezione che il pubblico ha nei confronti dell’azienda stessa. L’obiettivo di ogni Social Media Manager è creare, potenziare e mantenere la brand awareness legata alle aziende di cui si occupa, facendo in modo che vengano percepite come esperte nel settore in cui operano.

Creando contenuti coerenti e di valore, i follower aziendali e, più in generale, gli utenti dei social, inizieranno a fidarsi dell’azienda e a riconoscere il marchio. L’azienda, inoltre, potrà finalmente contare su followers fedeli che attendono impazientemente i prossimi post.

Quanto fino ad ora elencato è per molti qualcosa di scontato, ma non è così per tutti: soltanto una figura esperta è in grado di gestire al meglio la comunicazione aziendale sui differenti canali social, creando consapevolezza intorno al nome dell’impresa con lo stile più adatto a ciascuna piattaforma. È dunque arrivato il momento iniziare a non sottovalutare la figura del Social Media Manager, potenzialmente un valore aggiunto per l’azienda e per la sua promozione.


di Laura Caracciolo, Social Media Manager, AU di Emera