Tratto dallo speciale:

Start-up innovative: i moduli per il Registro Imprese

di Barbara Weisz

scritto il

Aggiornato il modello per iscrivere una Start-up Innovativa al Registro Imprese, alla luce delle modifiche del Decreto Lavoro sui requisiti: scaricabile la nuova modulistica ed il Report con la normatica di riferimento.

Online il nuovo modello di autocertificazione per iscrivere le start up innovative presso l’apposita sezione del Registro Imprese (scarica il modello): lo ha messo a punto il Ministero dello Sviluppo Economico di concerto con le Camere di Commercio, allineando la modulistica ai nuovi requisiti così come modificati dal Dl Lavoro (articolo 25, comma 2, del Dl 179/2012).  Per gli incubatori certificati di start up innovative, invece, il modulo resta invariato, visto che non sono state previste novità.

Requisiti Start-up innovative

I cambiamenti sono stati introdotti dal Dl 73/2013, convertito con la legge 99/2013. Ecco le novità per iscrivere una start up innovativa al Registro Imprese:

  • Ammesse le società di capitale fra i soci delle start up innovative, diritto prima riservato alle sole persone fisiche per i primi 24 mesi (abolita la lettera a del comma 2 del sopra citato articolo 25).
  • Meno rigidi i vincoli di spesa in Ricerca e Sviluppo: il tetto minimo scende al 15% dal precedente 20% (modificata la lettera h del comma 2).
  • Più flessibili le regole sulla forza lavoro qualificata in azienda: da 1/3 terzo di dipendenti o collaboratori con dottorato di ricerca (o dottorandi) o con almeno tre anni di ricerca se solo laureati, ad almeno 2/3 con laurea magistrale come alternativa (modifica al punto 2 della stessa lettera h).
  • Tra le privative industriali sonoora  compresi anche i diritti relativi un software originario registrato SIAE (modifica alla lettera h, punto 3).

Risorse

Per ulteriori delucidazioni si possono consultare le apposite guide sintetiche, anch’esse aggiornate alla luce delle modifiche introdotte. Da agosto è inoltre online sul sito del Ministero anche l’Executive Summary della nuova normativa sulle Start-up (scarica il Report), che ne ripercorre le evoluzioni normative, fornisce utili schede sulle agevolazioni e indicazioni sugli impegni del Governo, tra cui:

  • Progetto pilota Contamination Lab (insieme al MIUR), per promuovere la cultura dell’imprenditorialità e dell’innovazione e nuovi modelli di apprendimento in alcune università italiane delle Regioni Convergenza (Campania, Puglia, Calabria, Sicilia).
  • Cooperazione rafforzata sul trasferimento tecnologico, formazione, investimenti e condivisione di esperienze tra le imprese attive sul fronte dell’innovazione tecnologica in Italia e Istrale (sulla strada tracciata dall’accordo del 25 ottobre 2012).