Sostegni-ter verso l’approvazione definitiva: ristori e ultime novità

di Redazione PMI.it

scritto il

Sostegni-ter, ecco il testo finale per la legge di conversione del decreto in legge: le misure, i ristori, le agevolazioni fiscali e le ultime novità.

Proroga Rottamazione, rinvio Dichiarazione Precompilata, nuovi ristori per il Turismo, rafforzamento Confidi per le PMI, più tempo le Comunicazioni di sconto fattura e cessione crediti edilizi: sono le principali novità previste dalla legge di conversione del decreto Sostegni-ter che l’approvazione in Senato ed il passaggio in aula alla Camera per il via libera definitivo.

I tempi sono stretti: il sì definitvo deve arrivare entro il 28 marzo, quindi non ci saranno ulteriori modifiche. Il testo attuale sarà quello definitivo. Vediamo in dettaglio.

Il testo aggiornato del Decreto Sostegni-ter

In Senato ha approvato l’emendamento interamente sostitutivo del ddl n. 2505 di conversione del Decreto Sostegni-ter (DL 4/2022) con misure urgenti in materia di sostegno alle imprese e agli operatori economici, di lavoro, salute e servizi territoriali, connesse all’emergenza da COVID-19, nonché per il contenimento degli effetti degli aumenti dei prezzi nel settore elettrico. Questo nuovo testo (A.C. 3522) con le modifiche apportate, è quello adesso alla Camera, in attesa di conversione in legge.

Ristori e novità fiscali del Sostegni-ter

Fra le novità di maggior rilievo del nuovo testo del Sostegni-ter, ci sono innanzitutto alcune proroghe in materia fiscale. A partire da quelle im ambito riscossione (articolo 10-quinquies): i contribuenti che erano decaduti dalla pace fiscale (Rottamazione-ter o del Saldo e stralcio), adesso possono rientrare pagando entro il 30 aprile le rate scadute nel 2020, entro il 31 luglio quelle del 2021 ed entro novembre quelle 2022. Si tratta di una misura che “ripesca” circa mezzo milione di contribuenti, le cui cartelle erano rimaste in gran parte non pagate allo scoccare della ripresa della riscossione.

C’è anche un’altra proroga fiscale, che riguarda la dichiarazione dei redditi precompilata, che quest’anno sarà disponibile nell’area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate a partire dal 23 maggio, e non come di consueto dal 30 aprile. Infine, c’è tempo fino al 29 aprile per inviare la comunicazione sull’esercizio delle opzioni per lo sconto in fattura o la cessione del credito nell’ambito dei bonus casa con le nuove regole all’Agenzia delle Entrate (il termine ordinario è il 16 marzo, poi slittato al 7 aprile ed ora con nuovo slittamento).

Ci sono poi nuovi sostegni per le imprese. Fra le novità della legge di conversione, contributi per il settore del wedding, esonero dal versamento dei contributi previdenziali fino a un massimo di cinque mesi per datori di lavoro privati del settore agenzie di viaggi e tour operator per il periodo di competenza aprile-agosto 2022, rifinanziamento, pari a 2 miliardi di euro, del fondo unico per il turismo, destinato alle guide turistiche e agli accompagnatori turistici, titolari di partita IVA.

Le altre misure del Sostegni-ter

Restano le precedenti misure di sostegno alle imprese già inserite nel decreto e quindi già in vigore, come i contributi a fondo perduto per le PMI di determinati settori del commercio al dettaglio (ATECO 47.19, 47.30, 47.43, tutte le attività dei gruppi 47.5 e 47.6, 47.71, 47.72, 47.75, 47.76, 47.77, 47.78, 47.79, 47.82, 47.89 e 47.99) con fatturato non superiore a 2 milioni di euro e calo 2021 non inferiore al 30% rispetto al 2019, la nuova cassa integrazione agevolata per il turismo e la ristorazione, i ristori per imprese chiuse o penalizzate per le regole Covid (discoteche, parchi tematici, eventi, turismo, spettacolo).

=> DL Sostegni-ter in Gazzetta, 1,6 miliardi di aiuti alle imprese

Ancora: proroga al 30 giugno 2022 per l’utilizzo del Bonus Terme, esonero contributivo per le assunzioni nel settore turistico e degli stabilimenti termali, bonus affitto per le imprese turistiche e a quelle operanti nella gestione di piscine (ATECO 93.11.20), per il primo trimestre 2022.

In tema di agevolazioni fiscali, ricordiamo poi il rinvio ad ottobre del versamento dele ritenute fiscali per le attività vietate o sospese fino al 31 gennaio 2022, l’esonero contributivo INPS per agenzie di viaggio e tour operator (5 mesi per il periodo da aprile ad agosto 2022), sospensione costo immobilizzazioni per l’esercizio in corso al 31 dicembre 2021 per i soggetti che non adottano i principi contabili internazionali.

Capitolo Energia

Per quanto riguarda il capitolo energetico, il decreto Sostegni-ter contiene aiuti contro il caro energia come il taglio degli oneri di sistema in bolletta per famiglie e imprese (1,7 miliardi per un un totale di 5,5 miliardi per il primo trimestre 2022), a cui si sono aggiunte nuove misure in seguito alle tensioni di mercato create dalla guerra in Ucraina. Potenziato anche il Bonus imprese energivore (credito d’imposta al 20% nel primo trimestre, che ale al 25% nel secondo trimestre a seguito del potenziamento previsto dal recentissimo Decreto Ucraina).

Previsti infine incentivi per le Rinnovabili (Art. 15-bis). Dal 1° febbraio al 31 dicembre 2022, è applicato un meccanismo di compensazione a due vie sul prezzo dell’energia, in riferimento all’energia elettrica immessa in rete da:

  • impianti fotovoltaici di potenza superiore a 20 kW che beneficiano di premi fissi derivanti dal meccanismo del Conto Energia, non dipendenti dai prezzi di mercato;
  • impianti di potenza superiore a 20 kW alimentati da fonte solare, idroelettrica, geotermoelettrica ed eolica che non accedono a meccanismi di incentivazione, entrati in esercizio in data antecedente al 1° gennaio 2010.

Previste anche semplificazioni nei processi autorizzativi per la realizzazione di impianti.