Registro Opposizioni: nuovo servizio contro il marketing postale

di Barbara Weisz

scritto il

Gli intestatari di numeri di telefono fisso possono bloccare la pubblicità cartacea a domicilio iscrivendosi al Registro delle Opposizioni: nuova procedura.

Dal 6 maggio è possibile esercitare il diritto di opposizione all’invio di posta cartacea con finalità di marketing, effettuando la relativa iscrizione al Registro Pubblico delle Opposizioni. Sono disponibili una procedura via web, un numero verde, oppure è prevista la possibilità di inviare l’adesione via email o per raccomandata.

Il servizio consente, a coloro che avevano già esercitato l’opzione per non ricevere telefonate marketing, si estendere lo stop anche alla pubblicità per posta, e in ogni caso a tutti gli intestatari di un numero presente negli elenchi telefonici pubblici di esprimere l’opposizione sia alle chiamate di telemarketing sia alla pubblicità cartacea.

Importante: in base alla legge (dpr 149/2018), coloro che non esercitano l’opzione presso il Registro Opposizioni di fatto consentono i contatti pubblicitari tramite telefono o posta cartacea.

La modalità web prevede la compilazione dell’apposito modulo elettronico di iscrizione, presente sul portale del Registro Pubblico delle Opposizioni. Si inseriscono i dati anagrafici richiesti e si selezionano i numeri di telefono per i quali si chiede l’esenzione, specificando (mediante l’apposita casella) quale tipo di opposizione si esercita (telefono, posta, entrambe).

Una volta completata l’iscrizione, si può consultare l’esito dell’operazione accedendo all’apposita sezione “Consultazione stato” e inserendo il numero di telefono per cui è stata richiesta l’iscrizione, il Codice Fiscale e il “Codice Registro”, oppure chiamando dalla linea telefonica interessata il numero verde 800 265 265. Online ci sono anche i moduli per aggiornare i propri dati o revocare l’iscrizione al registro.

Chi sceglie di iscriversi al Registro Opposizioni attraverso il numero verde, invece, deve chiamare, dal numero per il quale intende chiedere l’esenzione, il numero 800 265 265. C’è una procedura automatica (tenere a portata di mano il codice fiscale, dato richiesto), ma in caso di difficoltà ci sono orari in cui è disponibile l’assistenza di un operatore (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18).

Per mandare l’iscrizione via posta cartacea, bisogna inviare una raccomandata inserendo una serie di dati specifici. C’è a disposizione un apposito modulo (si può scaricare dal sito), oppure si può inviare la richiesta su carta semplice inserendo numero di telefono per cui si richiede l’iscrizione nel RPO, specificando l’operazione richiesta, e il Codice Fiscale o Partita Iva, ed eventualmente inserendo un indirizzo email (è un’opzione facoltativa). In ogni caso, bisogna allegare copia di un documento di identità valido.

Infine, per la procedura via mail bisogna compilare l’apposito modulo (Modulo EMAIL per Iscrizione, Revoca e Aggiornamento dati) e inviarlo all’indirizzo di posta elettronica abbonati.rpo@fub.it. Sul portale è disponibile una “Guida alla compilazione del modulo”. Attenzione: è obbligatoria in questo caso la compilazione elettronica. I moduli compilati a mano e acquisiti digitalmente oppure i moduli in formato elettronico modificato non vengono accettati.

Ricordiamo che il riferimento normativo è il dpr 178/2010, come modificato dal dpr 149/2018, in vigore dal 3 febbraio 2019.

I Video di PMI

E-shop: come presentare al meglio i prodotti