Leasing e noleggio veicoli: scadenze di aprile

di Barbara Weisz

scritto il

Il 10 e 20 aprile le comunicazioni su operazioni 2014 per i contribuenti IVA, modello polivalente o trasmissione telematica entro il 30 giugno: scadenze fiscali per leasing e noleggio veicoli.

Per banche, intermediari finanziari, operatori commerciali che effettuano noleggio auto, si avvicinano le scadenze per le comunicazioni all’Anagrafe Tributaria su leasing e noleggio veicoli: entro il 10 aprile, i contribuenti IVA mensili trasmettono i dati di clienti e operazioni 2014, corrispettivi percepiti, ed entro il 20 aprile stesso adempimento per coloro che non versano l’IVA mensilmente. In entrambi questi casi, si utilizza il modello di comunicazione polivalente dell’Agenzia delle Entrate.

=> Ecco Modello di comunicazione polivalente e istruzioni

C’è anche una terza possibilità: effettuare le comunicazioni relative alle operazioni 2014 entro il 30 giugno, sempre in via telematica, utilizzando le specifiche tecniche previste dal provvedimento dell’Agenzia del 21 novembre 2011.

L’adempimento relativo a leasing e noleggio veicoli prevede la comunicazione relativa a dati dei clienti (persone fisiche o giuridiche), contratti 2014, corrispettivi percepiti. L’invio di questi dati sostituisce lo Spesometro, la comunicazione delle operazioni relvanti ai fini IVA. Devono invece effettuare le comunicazioni relative allo Spesometro, se hanno partita IVA, gli utilizzatori dei beni in leasing.

=> Spesometro: le scadenze di aprile

La trasmissione del modello polivalente può avvenire solo in via telematica, direttamente o via intermediario. L’Agenzia delle Entrate pubblica sul sito il modello e il software. Come nel caso della compilazione per lo Spesometro, i dati possono essere esposti in forma analitica o aggregata (bisogna barrare l’apposita casella e compilare i relativi quadri). Queste operazioni andranno evidenziato compilando la casella “noleggio leasing“, utilizzando i codici per le diverse categorie di veicoli:  A (autovettura), B (caravan), C (altri veicoli), D (unità da diporto) ed E (aeromobili).

I Video di PMI

Aumento IVA: la clausola di salvaguardia