IMU Turismo: saldo 2012 a rate

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Drammatica la situazione delle imprese del turismo che non riescono a far fronte al saldo IMU, Confindustria Alberghi chiede al Governo il pagamento a rate.

Imprese del turismo in difficoltà per colpa dell’IMU, la nuova imposta municipale propria introdotta dal decreto Salva Italia che sta affossando famiglie e imprenditori del nostro Paese con importi che superano anche il doppio della vecchia ICI.

=> Leggi le ultime istruzioni per il Saldo IMU

«Siamo ben consapevoli del delicato equilibrio in cui si muove l’economia del nostro Paese, ma ci troviamo nella necessità di evidenziare la gravissima criticità che l’applicazione dell’IMU, nei livelli oggi fissati, sta creando alle aziende alberghiere».

È il grido d’allarme lanciato dal presidente dell’Associazione Italiana Confindustria Alberghi, Giorgio Palmucci, che rappresenta 2500 imprese del settore, il quale ha scritto al premier Mario Monti, al ministro dell’Economia Vittorio Grilli e all’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani).

=> Vai allo speciale IMU

Palmucci chiede in particolare, «oltre alla revisione dell’imposta per il 2013, la rateizzazione del saldo 2012 che sta mettendo in seria difficoltà le imprese», già subissate dalla crisi economica che nel 2012 ha ridotto i margini per l’attività alberghiera.

In questo contesto, ravvisa il presidente di Confindustria Alberghi «gli importi previsti dalla rata a saldo dell’IMU 2012 risultano insostenibili», l’unica soluzione per farvi fronte è il pagamento a rate.

=> Leggi la guida al saldo IMU

Palmucci invita infine anche i propri soci sul territorio a presentare la stessa richiesta ad amministratori locali e Governo centrale.