Studi di Settore: proroga inutile senza GERICO 2012

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Senza GERICO 2012 in versione definitiva è inutile la proroga al 9 luglio per gli Studi di settore e i versamenti risultanti dal Modello UNICO: Rete imprese Italia chiede tempi certi e nuovo rinvio correlato al rilascio finale del software.

Recentemente l’Agenzia delle Entrate ha aggiornato il software GERICO 2012 per l’elaborazione degli Studi di settore, ma questo è ancora in versione beta, dunque non quella definitiva: ciò rende inutile la proroga i versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi – ovvero dal modello UNICO – al 9 luglio 2012 (invece del 18 giugno), con uno slittamento che riguarda imprese e professionisti soggetti agli studi di settore.

Secondo Rete Imprese Italia, senza la release definitiva di GERICO  la proroga dei versamenti fiscali è da considerarsi insufficiente.

L’Associazione chiede pertanto che il programma di calcolo dei risultati degli studi di settore venga tempestivamente reso disponibile e che la proroga venga più correttamente correlata ai tempi di rilascio del software GERICO 2012.

GERICO risulta fondamentale per imprese e professionisti offrendo loro la possibilità di verificare la propria posizione in relazione agli studi di settore applicabili per il periodo d’imposta 2011 prima del versamento.

A questo manca meno di un mese, ma non sono invece state rese note le tempistiche per il rilascio del software da parte dell’Agenzia, né i requisiti di ammissione al nuovo regime premiale previsto dalla manovra finanziaria di fine 2011, quella del governo Monti.

Rete Imprese Italia conclude affermando che «la compliance si incrementa dando la possibilità ai contribuenti di analizzare attentamente la propria posizione fiscale ed uscendo da una situazione di “emergenza normativa” che impone continue modifiche e nuovi obblighi e, di conseguenza, immancabili proroghe dei termini per adempiere».