Tobin Tax, il modello FTT per la dichiarazione

di Barbara Weisz

scritto il

Online il modello da presentare entro marzo, direttamente o dall'intermediario finanziario ma solo se l'imposta sulle transazioni finanziarie supera i 50 euro: modulo FTT e istruzioni dell'Agenzia delle Entrate.

Online i modelli per dichiarare al Fisco quanto pagato di Tobin Tax nel 2013 o per chiedere eventuali rimborsi di imposta versata in eccesso: l’Agenzia delle Entrate ha infatti pubblicato la bozza del modello FTT (Financial Transaction Tax), da utilizzare per tutte le comunicazioni relative all‘imposta sulle transazioni finanziarie.

La dichiarazione

Il modello FTT va utilizzato dai contribuenti che non si avvalgono di intermediari finanziari oppure da questi ultimi (elencati nei punti 1 e 2 del provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 18 luglio 2013, contenete le modalità operative della Tobin Tax). Il modello riporta in allegato le istruzioni per i soggetti non residenti privi di stabile organizzazione in Italia, tenuti a presentare la dichiarazione tramite stabile organizzazione in Italia attraverso un rappresentante fiscale o direttamente: solo in quest’ultimo caso, possono presentarla per posta dall’estero (in alternativa all’invio telematico).

Le scadenze

La tassa si applica ai trasferimenti di proprietà di azioni e altri strumenti finanziari partecipativi, alle operazioni su strumenti finanziari derivati e altri valori mobiliari, e alle negoziazioni ad alta frequenza.Introdotta con la Legge di Stabilità 2013 (legge 228/2012, articolo 1, commi da 491 a 500), la Tobin Tax è stata pagata per la prima volta quest’anno, quindi questa sarà la prima dichiarazione de contribuenti (bisognerà poi compilarla ogni anno entro il 31 marzo dell’anno successivo, in relazione all’imposta già pagata). Il modello va presentato entro marzo 2014, ma la dichiarazione è richiesta solo se l’imposta è superiore ai 50 euro.

Il modello FTT

Il modello è disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate (imposta sulle transazioni finanziarie > “modelli e prospetti”) insieme alle istruzioni di compilazione. La dichiarazione può anche essere integrativa o correttiva, nel qual caso bisogna barrare le apposite caselle. Nel modello, oltre ai dati anagrafici si indicano le operazioni mese per mese, divise nelle tre categorie corrispondenti alle diverse aliquote:

  • Partecipazioni: compravendite su azioni e altri strumenti finanziari partecipativi, con aliquota 2013 dello 0,12% per operazioni su mercati regolamentati e 0,22% su altri mercati (dall’anno prossimo sarà dello 0,1% sui mercati regolamentati e 0,2% sugli altri); si applica su operazioni regolate a decorrere dal 1° marzo 2013 ad esclusione di compravendite di titoli emessi da società che capitalizzano meno di 500 milioni di euro, aumenti di capitale, annullamento titoli, conversione di obbligazioni in nuove azioni e acquisizione temporanea di titoli.
  • Derivati: tassa fissa in base a una tabella allegata alla legge che considera valore del contratto e tipologia di strumento finanziario. Si applica alle operazioni da settembre 2013.
  • Negoziazioni ad alta frequenza: operazioni generate da un algoritmo informatico che avvengono con un intervallo non superiore al mezzo secondo (aliquota 0,02%), da marzo sulle operazioni su azioni, da settembre sui derivati.

(Fonti: il modello FTT e le istruzioni per la compilazione)